Stampa Stampa
109

“MISTER BADOLATO”, ECCO LA SCULTURA DEDICATA ALL’ACCOGLIENZA DEI MIGRANTI


L’opera, realizzata in ferro battuto riciclato dal maestro fabbro Antonio Andreacchio, è pronta per essere donata al Municipio di Badolato e collocata sul lungomare (luogo preciso da definire) in ricordo dello storico sbarco della nave Ararat e dell’accoglienza al popolo kurdo

di REDAZIONE

BADOLATO (CZ) –  11 MAGGIO 2023 –  Si intitola “Mister Badolato” ed è una scultura, in ferro battuto riciclato, realizzata in questi ultimi mesi dal fabbro badolatese Antonio Andreacchio “Lindana”.

Una scultura dedicata all’accoglienza, al ricordo dello storico sbarco sulla Costa Ionica della nave Ararat in data 26 Dicembre 1997 ed al successivo progetto di ospitalità proposto e realizzato da Badolato e dai badolatesi coi rifugiati politici kurdi (all’epoca in fuga dalla Turchia, dall’Iraq e dall’Iran).

“Mister Badolato” simboleggia appunto l’accoglienza, l’indole e vocazione storica dei nostri popoli alla “filoxenia” (amore per il forestiero).

È raffigurato in una postura specifica, nell’atto dell’eterno benvenuto agli ospiti, del “Favorite” badolatese.

La scultura è pronta per essere donata al Municipio di Badolato per una sua giusta collocazione sul lungomare cittadino (luogo esatto da concordare e definire), in riva al mare in un luogo-simbolo della Costa Ionica, dove il 26 Dicembre 1997 sbarcò la nave Ararat con circa 850 migranti a bordo.

All’epoca tutti i badolatesi, con una straordinaria e spassionata azione comunitaria, si prodigarono a salvare e rifocillare i migranti (iniziativa solidaristica spontanea registrata anche durante un antecedente sbarco, avvenuto nell’agosto del 1997 in zona Gallipari). 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.