Stampa Stampa
139

BOTRICELLO: UNA CITTADINA INCASTONATA TRA MERAVIGLIOSI CALANCHI


Uno scenario desertico, a tratti lunare, che custodisce i segreti del tempo più remoto

di REDAZIONE 

BOTRICELLO (CZ) –  28 SETTEMBRE 2023 –  Botricello sembra adagiarsi ai piedi di tante strane colline rugose.

Ma cosa sono questi Calanchi?

Sono veri e propri monumenti naturali formati tre milioni di anni fa nelle profondità del Mar Ionio, un patrimonio naturalistico di grande rilevanza geologica e naturalistica.

Uno scenario desertico, a tratti lunare, che custodisce i segreti del tempo più remoto.

Sfumature bianche e grigie che raccontano la grande e affascinante storia di questo luogo.

Il bianco è il generoso dono del deposito di microrganismi con gusci durante il periodo in cui il mare era caldo, il grigio è il frutto dell’argilla sgretolata nel periodo in cui il mare divenne più freddo.

In poche parole, passeggiando fra i Calanchi è possibile toccare con mano quello che tre milioni di anni fa era il fondale marino di un’epoca tanto tanto remota, la stessa epoca dell’australopiteco Lucy.

Un habitat arido, secco, asciutto ma che riesce comunque ad accettare la caparbietà di alcune specie arboree come i “ponsai”, alberi selvaggi e testardi che non riescono a crescere per lo scarso nutrimento ma che verdeggiano fra le crepe della storia.

Questi calcari marnosi sono una caratteristica del litorale ionico e in particolare, i Calanchi di Botricello sono una prosecuzione fisica naturale di quelli del Marchesato crotonese, gli stessi declivi che negli anni ’50 affascinarono persino Pier Paolo Pasolini.

I Calanchi di Botricello sono la cornice naturalistica e antichissima di una cittadina proiettata verso il futuro.

Quanta meravigliosa natura intorno a noi!

Chi ha ancora il coraggio di dire che Botricello non ha storia? 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.