Stampa Stampa
133

VIRUS, MANNO: «BASTA TENERCI PRIGIONIERI, IO MI RIBELLO»


“Un vero e proprio caos: Governo, Regione Calabria e Comuni in contraddizione:  possiamo andare avanti così senza che vi siano certezze su tutto il territorio? Ci stanno impedendo di vivere. Riceviamo e pubblichiamo:

PRESERRE (CZ) –  3 MAGGIO 2020 –  «Diciamoci la verità: non si capisce più nulla.

Il Governo ha emanato ordinanze su ordinanze, in Calabria c’è un’ordinanza completamente diversa. Siamo stanchi, siamo tutti completamente stanchi.  Ci hanno privato della libertà personale, libertà sancita dalla Costituzione.

È ora di dire basta: personalmente mi ribello (e sottolineo mi ribello) a questo stato di cose. Il Governo dice una cosa, la Regione  Calabria ne dice un’altra, alcuni Comuni dicono altro. Vorrei capire, per esempio, perché non posso andare alla mia casa al mare.

Vorrei capire, per esempio, perché alcuni Comuni riaprono il lungomare e le  spiagge ed altri no. Vorrei capire tante,tante altre cose per le quali, ad onor del vero, non si capisce più nulla. Possiamo andare avanti così senza che vi siano certezze su tutto il territorio?

E da domani le Forze dell’ordine come si dovranno regolare? Vale l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri , o l’ordinanza della Presidente Santelli? Un caos, un vero e proprio caos.

In ogni caso, ora basta tenerci “prigionieri ” perché questo è contro la nostra Costituzione. Con tutti gli accorgimenti del caso, dobbiamo poter uscire dopo un lungo periodo di isolamento.

La vita è una: dobbiamo viverla, mentre qui ci stanno impedendo di viverla.

Io mi ribello a questo stato direi “poliziesco “, che appare più una dittatura che una vera democrazia».

Grazioso MANNO

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.