Stampa Stampa
58

VIRUS, BADOLATO “PAGA PEGNO” ALL’EPIDEMIA


Era del posto uno degli anziani morti alla casa di cura di Chiaravalle Centrale

 di REDAZIONE  

BADOLATO (CZ) – 4 APRILE 2020 –  Anche la comunità di Badolato ha la sua vittima presso la casa di cura Domus Aurea di Chiaravalle. 

La notizia è stata comunicata alla famiglia mercoledì mattina. 

La morte è sopraggiunta per complicazioni legate alla sua patologia che nulla ha a che vedere con questo triste e particolare momento,  perché un pensionato di 77 anni era risultato negativo a ben due tamponi. 

Alla moglie e ai figli sono arrivate le condoglianze dei parenti, di tanti amici e degli stessi operatori sanitari della struttura. 

La famiglia, addolorata per la morte del proprio congiunto, tramite la nostra testata giornalistica vuole ringraziare i medici, la direttrice e tutto il personale paramedico per la professionalità e l’amorevole impegno profuso nell ’assistenza. 

“Mio marito – precisa la moglie – era ricoverato nella casa di riposo da un anno e noi andavamo a trovarlo tutti i giorni per non fargli sentire la lontananza da casa. L’ultima visita i primi di marzo, poi, con l’arrivo del Coronavirus, non siamo più potuti andare. 

Il nostro dolore per non essergli stati vicini è indescrivibile. Il personale ci ha riferito che non ha sofferto e che se ne è andato con il sorriso sulle labbra”. 

Salma tumulata nel cimitero di Badolato alla sola presenza della moglie e dei figli.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.