Stampa Stampa
44

VIRUS, A VALLEFIORITA “STRETTA” SUI LUOGHI PUBBLICI


Ordinanza del sindaco: chiusi il parco giochi, il campo da calcio e da tennis, la villa comunale e il parco giochi

di Franco POLITO

VALLEFIORITA (CZ) –  14 NOVEMBRE 2020 –  Non solo la chiusura di tutte le attività didattica e il rispetto delle prescrizioni imposte dalla “zona rossa” in cui è stata inserita la Calabria con il Dpcm dello scorso 3 novembre.

L’emergenza sanitaria da Coronavirus sta imponendo alle amministrazioni comunali decisioni al limite del drastico.

Dove potrebbero non bastare il distanziamento interpersonale, l’uso della mascherina, il lavaggio frequente delle mani ci stanno pensando sindaci e amministratori locali a intervenire con “restrizioni ulteriori”.

Come l’ordinanza con cui il sindaco di Vallefiorita (attualmente i casi attivi al Covid sono quattro in attesa dell’esito di altrettanti tamponi), Salvatore Megna, ha imposto il divieto di utilizzare il parco attrezzato, il campo da calcio e da tennis, la villa comunale e il parco giochi.

“Si tratta – ha spiegato Megna – di luoghi dove possono crearsi pericolosi assembramenti difficilmente controllabili dalle forze dell’ordine”.

Copia del provvedimento è stata inviata alla Prefettura e alla Questura di Catanzaro, ai carabinieri di Squillace e al responsabile della polizia locale.

Contingentato anche l’ingresso agli uffici comunali: vi si accede su prenotazione. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.