Stampa Stampa
9

VIRUS, A BORGIA LE SCUOLE “RIPARTONO” IN PRESENZA


Il sindaco Sacco: “Nei nostri plessi non risultano variate le condizioni che sussistevano venerdì scorso e che consentivano un regolare svolgimento delle attività didattiche”

di Fra. POL.

 BORGIA (CZ) –  22 MARZO 2021 –  «Come preannunciato, in questi giorni insieme ai componenti della giunta ed alla dirigente scolastica abbiamo esaminato la situazione epidemiologica nel nostro territorio con particolare riferimento alle scuole, ma non solo».

 Le parole sono del sindaco di Borgia, Elisabeth Sacco.

 Che aggiunge: «Per quanto la situazione dell’hinterland catanzarese e della stessa città capoluogo sia seria e da non sottovalutare, al momento all’interno delle nostre scuole non risultano essere variate le condizioni che sussistevano venerdì scorso e che consentivano un regolare svolgimento delle attività didattiche in presenza con esclusione di una sola classe della primaria di Roccelletta che era in Dad da una settimana e continuerà ad esserlo. 

 Anche le scuole secondarie di primo grado (avendo avuto tutti gli esiti dei tamponi sugli alunni e sul personale scolastico) potranno rientrare in presenza a partire da oggi lunedì 22 marzo». 

 Dice ancora la Sacco: «È vero che la paura è tanta ma le situazioni vanno esaminate con lucidità e basandosi sui dati a nostra disposizione giorno dopo giorno.

 Non conosciamo le realtà dei comuni limitrofi così come a volte non conosciamo le nostre fino a quando non veniamo contattati dall’Asp, ma questo vale per oggi come valeva ieri e varrà domani.

 Le regole sono fondamentali, ma spesso prima ancora dobbiamo affidarci al buon senso (sempre dimostrato fino ad ora) di tutti gli utenti coinvolti dai genitori agli alunni agli insegnanti ed al personale scolastico che cercano di evitare, con grande responsabilità, ogni minimo rischio di contagio per gli altri “isolandosi” anticipando anche un provvedimento di quarantena da parte dell’Asp».

 Il sindaco evidenzia, inoltre, che «tutti noi abbiamo bisogno di sicurezza, ma al contempo non possiamo penalizzare chi si dimostra sempre corretto verso tutta la comunità scolastica, per questo motivo ho chiesto alla nostra Dirigente scolastica, che ha subito dimostrato grande disponibilità e condivisione della proposta, di attivare, su richiesta dei genitori, la Dad per tutti gli alunni che, pur non essendo secondo i protocolli in quarantena, hanno un parente convivente o comunque un contatto stretto e continuativo (es. nonni) in attesa di eseguire un tampone molecolare almeno in questa fase.

 È una misura che ancora di più insieme al rispetto delle regole limiterà il rischio di contagio nelle scuole. Saremo sempre vigili e pronti a intervenire prendendo le decisioni opportune in base alle all’evolversi della situazione.

 Aspetteremo le comunicazioni e le decisioni del Presidente facente funzioni Spirlì previste per stamattina e le comunicazioni del Dipartimento di Prevenzione per le vaccinazioni dei nostri insegnanti ed in base a quelle ci determineremo.

 Detto ciò, considerato che ad oggi nelle nostre scuole non esistono contagi e gli unici due tamponi da eseguire riguardano due alunni di una classe che come già detto è in DAD da una settimana, vi comunico che tutte le scuole presenti sul territorio di Borgia (ad esclusione della classe sopra menzionata) svolgeranno regolarmente didattica in presenza».

 Quindi conclude: «Confido che la stessa attenzione che i nostri ragazzi dimostrano nelle aule continui ad essere mantenuta e dimostrata da tutti noi adulti evitando di sostare più del necessario fuori dal perimetro scolastico creando inevitabilmente assembramenti non consentiti».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.