Stampa Stampa
41

VIABILITÀ PRESERRE E BASSO IONIO, LA LEGA “ALZA LE ANTENNE”


I rappresentanti del partito di Salvini hanno risposto alle continue domande arrivate da alcuni centri del comprensorio. Emerse alcune criticità

Fonte: TELEJONIO.IT

PRESERRE (CZ) –  9 FEBBRAIO 2019 –   Territorio abbandonato dalla politica.

I rappresentanti della Lega Salvini premier hanno risposto alle continue domande arrivate da alcuni centri delle Preserre e del Basso Jonio.

Il consigliere provinciale Nicola Cannella Azzarito, assieme al coordinatore provinciale Antonio Chiefalo, hanno potuto rendersi conto di alcune criticità.

Sulla provinciale Pirivoglia – Case – Incenso  Santa Lucia c’è stato un sopralluogo alla presenza del consigliere comunale di maggioranza a Chiaravalle Centrale Sergio Garieri.

Preoccupa il fatto che a distanza di oltre due anni, non c’è stato alcun intervento di ripristino e di messa in sicurezza del tratto di provinciale all’altezza di contrada Santa Lucia, dove è crollato parte del un muro di contenimento, facendo franare la carreggiata.

Dal gennaio del 2017 si viaggia su una sola carreggiata, con l’aggravante che non c’è alcuna segnaletica adeguata e manca di un tratto semaforico per regolamentare il passaggio degli autoveicoli.

Di questo si sono potuti rendere conto direttamente i due leghisti, ma c’è anche da tenere conto che si tratta di una arteria molto trafficata con un continuo andirivieni di automezzi anche pesanti e di autovetture.

La strada viene utilizzata quotidianamente anche da mezzi pubblici di trasporto. Pulmini gialli sempre presenti sulle strade, che trasportano gli alunni delle scuole dell’obbligo dai centri rurali, come contrada Tassone, alle sedi cittadine e che hanno difficoltà ad attraversare il tratto di strada inibito e, senza una adeguata segnaletica. Poche le segnalazioni anche durante la notte, che resta al buio.

A Satriano persiste il problema, sempre sulla strada provinciale Laganosa della sicurezza. Nella zona c’è una Chiesa, alcuni istituti scolastici, uffici ed esercizi commerciali, ma non è regolamentato il traffico.

I residenti, cosè come l’amministrazione comunale hanno chiesto l’installazione dei dissuasori da parte della Provincia di Catanzaro, ma sino ad oggi sono mancati gli interventi.

Nella lista dei sopralluoghi è entrato pure il Comune di Cardinale, alle prese con l’adeguamento della provinciale Cardinale – Satriano. Nel programma triennale delle opere pubbliche erano stati inseriti 900 mila euro per la riapertura e le preoccupazioni maggiori del sindaco Danilo Staglianò sono state verso il mantenimento degli impegni per rendere cantierabile l’opera.

Il consigliere provinciale Nicola Cannella Azzarito ha potuto rendersi solamente conto delle diverse situazioni recependo le varie istanze.

L’unico impegno concreto è stato quello di un particolare attenzionamento da parte dell’amministrazione provinciale su quanto fatto emergere, anche se adesso il discorso si sposta sulla gestione e sull’individuazione delle risorse finanziarie necessarie per mettere mano alle emergenze.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.