Stampa Stampa
46

VIA I CROCIFISSI DALLE AULE, DEVITO NON CI STA


Ex sindaco di Amaroni chiede che se ne discuta in consiglio comunale

 di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud) 

AMARONI (CZ) –  5 OTTOBRE 2019 –  Una seduta del consiglio comunale aperta al dibattito pubblico per protestare contro la paventata rimozione dei crocifissi nelle scuole e negli uffici pubblici. 

La propone al sindaco di Amaroni il responsabile provinciale culturale del “Nuovo Cdu” Rocco Devito. 

L’istanza è stata inviata oltre che al sindaco amaronese Gino Ruggiero, al presidente della Provincia Sergio Abramo e ad Anci Calabria. 

Devito sostiene che occorre fare un fronte comune contro la proposta del ministro dell’Istruzione Fioramonti, il quale, dal canto suo, parla di “vespaio mediatico”, aggiungendo che “il tema non è all’ordine del giorno e non è una priorità”. 

Secondo Devito, che in passato è stato sindaco ad Amaroni, «è assurdo che si pensi di togliere dalle scuole i crocifissi, mentre ci sono molti altri problemi da affrontare nel settore scolastico». 

Lo stesso Devito ha proposto al sindaco di Amaroni di ripristinare il concorso “Presepi aperti”, una lunga e bella tradizione, durata dal 1993 al 2014 e poi interrotta. 

L’ex amministratore amaronese ha interessato anche i sindaci di Vallefiorita, Palermiti e Squillace, perché aderiscano formalmente alla manifestazione, «che mira alla riscoperta dell’antica tradizione presepiale del territorio, favorendo la valorizzazione di questa antica arte e la maggiore diffusione del messaggio cristiano della Natività».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.