Stampa Stampa
20

VERSO LE REGIONALI, MANNO: «CENTRODESTRA DIMOSTRI DI ESSERE “DIVERSO”»


Grazioso Manno

Riceviamo e pubblichiamo:

PRESERRE (CZ) – 6 APRILE 2019 – «Sono stato personalmente invitato alla Convention organizzata per sabato 13 aprile da Mario Occhiuto, è Vi parteciperò: da ospite ed ascoltatore.

Ho sempre predicato, da due anni a questa parte, l’unità “concreta” del Centrodestra e quindi sarò presente a tutte le manifestazioni organizzate da Partiti, Associazioni, Simpatizzanti che si richiamano a questa coalizione.

Il mio pensiero resta comunque sempre lo stesso: facciamo le primarie. Rispetto profondamente i nomi che si fanno come candidati a Presidente della Regione: ma sono fermamente convinto che bisogna lasciare ai cittadini (sulla base anche dei programmi) la scelta a candidato Governatore: poi tutti, e sottolineo TUTTI, appoggeremo e sosterremo con forza il candidato prescelto.

Perché le primarie? Perché non possiamo e non vogliamo subire candidati calati dall’alto e/o scelti da una ristretta cerchia di politici anche autorevoli. Ed io confermo la mia autocandidatura alle primarie del Centrodestra.

E con questo non voglio assolutamente imitare le primarie del Centrosinistra che, lo dimostrano i fatti ed i dati, in molti circoli del PD sono stati una barzelletta. E potrei fare nomi e cognomi di alcuni paesi dove i votanti sono stati magari il doppio dei voti presi alle elezioni politiche ultime, o addirittura del numero degli elettori.

Io parlo di primarie serie, da tenersi in luoghi pubblici, sotto l’osservazione di soggetti terzi, e quindi con risultati inattaccabili.

Ancora non riesco a capire il perché non si vogliano fare le primarie del Centrodestra. Vi sono forse accordi già presi per la spartizione delle poltrone? Vi sono forse intese sottobanco, come è spesso accaduto nel passato? Qualcuno ha già deciso di imbarcare transfughi del Centrosinistra giusto per avere più voti? Si vuole insomma continuare con le solite liturgie politiche del passato?

Io credo, anzi sono convinto, che questa volta gli elettori non si faranno ingannare e daranno una sonora lezione a tutti quelli che pensano di continuare con i soliti giochi e giochetti del passato.

Da uomo del Centrodestra unito, dico che combatterò perché si cambi una volta per evitare che si passi dal rosso di un centrosinistra ormai moribondo, all’azzurro del Centrodestra, senza poi cambiare nulla. Se dopo le elezioni regionali non modificheremo dalle fondamenta il modo di governare, perderemo l’ultima occasione per la nostra Calabria.

Io e tantissimi altri, non vogliamo perdere questa ultima occasione, non lasceremo che accadano le solite e dannose liturgie politiche, non ci faremo imporre nulla, non accetteremo passivamente accordi sottobanco, pretendiamo e pretenderemo che tutto avvenga alla luce del sole.

Un ultimo appello: dimostriamo veramente e seriamente di essere completamente diversi da coloro che oggi governano la Calabria.

E non parlo solo di Oliverio ma di tutti coloro che (PD e centrosinistra) ai vari livelli hanno dimostrato incapacità, voglia di apparire, presunzione».

Grazioso MANNO, autocandidato a Governatore della Calabria 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.