Stampa Stampa
22

VALLEFIORITA, A LEZIONE DI FRANCESE CON GUILLAUME CARRIÉ


Studenti scuola media hanno salutato volontario Sve che li ha aiutati a conoscere meglio la sua lingua nell’ambito del programma Erasmus

di REDAZIONE

VALLEFIORITA (CZ) –  4 OTTOBRE 2018 – Lunedì 2 ottobre la scuola secondaria di primo grado di Vallefiorita ha organizzato una festa di saluto per ringraziare Guillaume Carrié, volontario SVE proveniente dalla Francia e ospite del Comune di Vallefiorita e dell’Associazione Terra di Mezzo, dell’attività svolta.

Nello scorso anno scolastico era stato infatti preparato un progetto di lettorato che prevedeva ciclo di incontri con le tre classi della scuola secondaria, per consentire agli studenti di migliorare le competenze comunicative in lingua francese.

La professoressa Graziella Scicchitano, che ha seguito il progetto in tutte le sue fasi, ha sintetizzato l’attività svolta, dalla fonetica alla comparazione dei costrutti nelle due lingue, alla lettura dei classici che sono stati argomento d’esame.

Ha dichiarato “La presenza di Guillaume è stata un arricchimento anche per me. Per i ragazzi si è trattato di un’esperienza estremamente interessante perché la presenza di un giovane lettore madrelingua ha rafforzato la motivazione ad apprendere, ha permesso di conoscere il programma Erasmus e ha rappresentato uno stimolo ulteriore per l’apprendimento del francese”.

La Dirigente scolastica Grazia Parentela, dopo aver sottolineato il valore del partenariato con l’Associazione Terra di Mezzo, con la quale esiste da anni un rapporto di collaborazione, ha evidenziato come il progetto di lettorato sia stata un’esperienza altamente positiva per i ragazzi. Per la scuola questa attività rappresenta un valore aggiunto dal duplice segno.

“Da una parte è stato importante per i ragazzi incontrare un giovane madrelingua e, attraverso il confronto e il dialogo, poter perfezionare la pronuncia della lingua straniera studiata. È stato anche importante sapere in cosa consista e come si svolga l’esperienza di un volontario all’estero. La presenza di Guillaume ha rappresentato per i nostri giovanissimi studenti un esempio da imitare e probabilmente agirà da stimolo nelle loro scelte future.”

Il sindaco Salvatore Megna ha ringraziato la Terra di Mezzo per il ruolo che svolge da anni, orientato allo sviluppo culturale, e per le numerose opportunità che essa offre all’intera comunità attraverso l’opera svolta fin dal 2013 dalla Biblioteca che rappresenta un luogo di incontro e di promozione culturale e sociale, e l’organizzazione di eventi culturali nel corso dell’anno.

Per il Presidente della Terra di Mezzo Gianni Paone il progetto di Servizio Volontario Europeo, che ha visto impegnato per nove mesi il giovane Guillaume, si inserisce nel vasto programma di scambi giovanili Erasmus che contraddistingue l’operato dell’Associazione.

“Il progetto di lettorato, elaborato d’intesa con l’Istituto Comprensivo, ha permesso agli studenti di migliorare la comunicazione in lingua francese e a Guillaume di apprendere la lingua italiana, in una reciprocità di relazione che segna le migliori pratiche.

Il giovane volontario ha partecipato alla vita associativa, agli scambi Erasmus organizzati a Sersale e Ricadi, alla rassegna Schermi Cinema Multipiazza, vivendo esperienze culturali di grande importanza. Nel corso dei nove mesi trascorsi a Vallefiorita, Guillaume ha avuto modo di conoscere i valori della comunità locale e di stringere amicizia con alcuni giovani.

Guillaume Carrié ha ringraziato tutti e ha affermato “Sono stato contento di poter condividere con i ragazzi la mia lingua e mi dispiace che non ci sia la classe terza perché i ragazzi ora sono alle scuole superiori. Spero in futuro di poter ritornare.” Ha aggiunto di aver apprezzato l’accoglienza della comunità di Vallefiorita, gli usi, i costumi oltre che la cucina e i prodotti tradizionali.

Prima di dare inizio alla festa di saluto, Alessandra Rosanò della classe seconda, ha letto i pensieri degli studenti: Caro Guillaume, l’avventura con te è stata super. Con te abbiamo imparato i suoni fedeli della lingua francese.

Noi ti salutiamo e siamo sicuri che non dimenticherai lo schiamazzo al suono della campana e le nostre urla. Con te abbiamo capito che non si è solo cittadini italiani o francesi ma cittadini d’Europa.

Hanno allietato l’evento giovani musicisti che hanno suonato la tarantella con la fisarmonica e i tamburelli.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.