Stampa Stampa
76

USANZE CHE RIVIVONO, AD AMARONI ANNO NUOVO CON FIACCOLATA E GESÙ BAMBINO PER LE STRADE


Don Roberto Corapi: “Giusto riscoprire gli usi di un popolo, specie quando c’è una fede bella”

di Franco POLITO

AMARONI (CZ) – 3 GENNAIO 2023 –  Nuovo anno con fiaccolata e Gesù Bambino portato in processione per le strade con l’atmosfera del Natale e il suono delle zampogne.

Il 2023 nella “Cittadina del Miele”  si apre all’insegna delle antiche tradizioni.

Dopo la santa messa il Bambinello “incontra” la comunità tra le braccia di un sacerdote di strada e col sorriso stampato in faccia.

Lui è don Roberto Corapi, “prete di campagna”, come si fa chiamare scherzosamente dalla gente. Tutti fuori dalla chiesa con Gesù Bambino .

Don Roberto, affiancato dal sindaco Gino Ruggiero,  è convinto che la pastorale si faccia così, in mezzo alla gente.

Tanta la partecipazione nel primo giorno dell’anno.

Si, perché si è sempre fatto solo  così, nel pieno rispetto delle proprie tradizioni.

«Questa è la ricchezza di un popolo», afferma don Roberto, che ama definirsi anche il “prete delle tradizioni”.

Soddisfatto per la partecipazione, con spirito ironico sottolinea: «Per ora mi accontento della partecipazione ma non vi nascondo che mi aspetto molto di più, perché siamo un paese con una fede bella.

Possiamo però fare di più ed io prego per questo.

Tante sono le famiglie giovani e credo che negli anni passati si sia persa di vista la pastorale familiare e quella giovanile .

Debbo lavorare tanto per questo: che Dio mi dia la forza e gente capace di sporcarsi le mani e innamorata di Gesù e della chiesa».

Poi l’auspicio: «Gesù bambino possa portare tanta speranza e tanta luce a ciascuno di noi e ci faccia crescere sempre di più nella passione verso la chiesa e nell’entusiasmo verso le tradizioni».

Il 2023 nella “Cittadina del Miele”  si apre all’insegna delle antiche usanze.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.