Stampa Stampa
33

UOVA DI PASQUA A BAMBINI E RAGAZZI, DAL COMUNE DI PALERMITI UN SEGNALE DI “RINASCITA E SPERANZA”


Dono dell’amministrazione in un periodo particolarmente complicato. Prorogata la chiusura delle scuole

di Franco POLITO

PALERMITI (CZ) –  2 APRILE 2021 –  «Sospensione delle attività didattiche in presenza di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale a far effetto dal 7 aprile fino al 10 aprile 2021 compreso».

Non si torna, dunque, a scuola in presenza dopo Pasqua a Palermiti.

La proroga della precedente sospensione arriva con una nuova ordinanza del sindaco Domenico Emanuele.

Che, tra le altre cose, nella stesura del provvedimento (emesso dopo aver sentito il dirigente scolastico) ha tenuto conto del «numero dei casi positivi al Covid  – 19 nel Comune di Palermiti –   si legge nell’ordinanza –  ed anche nell’ambito delle scuole di ogni ordine e grado».

Dalle parole del sindaco trapela il timore dell’alto rischio di contagio per la popolazione scolastica nell’ambito di una situazione alquanto delicata.

Ad oggi a Palermiti si registrano 19 persone positive al test molecolare, 6 al test rapido e 45 persone sottoposte a quarantena per contatti con positivi

Un quadro che Emanuele ha definito “allarmante” al punto da chiedere (nella giornata di ieri) ad Asp e prefettura di Catanzaro di vaccinare con urgenza tutta la popolazione del suo comune.

Inevitabile insistere con la sospensione dell’attività didattica in presenza, chiesta anche dal presidente, vicepresidente e rappresentanti di classe e d’istituto con una nota inviata ieri in municipio.

Copia del provvedimento è stata inviata alla prefettura di Catanzaro, al dirigente scolastico del Comprensivo di Squillace cui afferiscono le scuole locali, alla polizia locale, ai carabinieri di Squillace, all’Ufficio Tecnico del Comune di Palermiti e all’Asp di Catanzaro, distretto di Soverato.

Non tutto, però, è buio come questa infernale pandemia.

Il sindaco e l’amministrazione comunale hanno anche pensato di addolcire la criticità del periodo donando un uovo di Pasqua ai augurando ai bambini e ai ragazzi del posto.

«A loro – dicono –  auguriamo una serena Pasqua, di rinascita e speranza.

 Vi siamo vicini con un piccolo pensiero, fatto con il cuore.

Supereremo tutti insieme questo difficile momento».

Gli amministratori ringraziano «i volontari della Protezione Civile che ne stanno curando la distribuzione»

Piccoli ma grandi segnali  per uscire presto dal tunnel.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.