Stampa Stampa
134

UNIONE E QUALITÀ DEI PRODOTTI, ECCO LA SFIDA DEGLI ECO – CONTADINI


Confermato in blocco il CdA del Consorzio. L’obiettivo: creare dal basso una comunità agricola con un proprio sistema di valori 

di REDAZIONE

FRANCAVILLA ANGITOLA (VV) –  2 LUGLIO 2019 –  L’unione e la qualità dei prodotti fanno la forza.

Su queste basi riparte di slancio l’azione del consorzio di eco-contadini “Le Fattorie delle Serre Calabresi”. Un progetto definito, non a caso, “rivoluzionario” nel corso del primo congresso regionale che si è tenuto a Francavilla Angitola, nel Vibonese.

Ospiti della sala consiliare comunale, gli associati alla rete di aziende che fanno dell’agro-ecologia il loro punto centrale hanno confermato in blocco il consiglio di amministrazione composto da: Carmelo Bova, Eugenio Fristachi, Mario Squillacioti, Danilo Silvaggio, Ercole Massara, Giuseppe Pizzonia, Vincenzo Lazzaro, Antonio Galloro, Giulio Santopolo e Maurizio Barbuto.

Insieme, il prossimo 26 luglio, eleggeranno il nuovo presidente e gli altri organi del direttivo. Tutti gli imprenditori presenti hanno ribadito l’impegno condiviso verso un obiettivo ben preciso: creare dal basso una comunità con un proprio sistema di valori: “No alle colture intensive e industriali, sì ai prodotti unici, biologici e di altissima qualità”.

Questo il modello alternativo che le “Fattorie delle Serre Calabresi” intendono adottare, seguendo rigidi e precisi disciplinari interni, per conquistare i mercati locali, nazionali ed esteri, creando occupazione, sviluppo e lavoro sul territorio.

Un progetto ispirato dal giornalista Domenico Cosentino, noto esperto enogastronomo di assoluta fama internazionale, che ha voluto introdurre i temi congressuali ribadendo i principi chiave dell’iniziativa: “Il mondo dell’agroalimentare sarà sempre più diviso in due. Da una parte i prodotti standard e uguali, dall’altra quelli ricercati e di qualità, appannaggio soprattutto di chi sta attento alla propria salute. Le nostre fattorie dovranno sforzarsi di intercettare questa nicchia di clienti. Innovandosi, per non morire”.

Plauso unanime al presidente uscente, Carmelo Bova, per gli ottimi risultati raggiunti nel corso del suo mandato.

Il consorzio delle “Fattorie delle Serre Calabresi” abbraccia le due province di Catanzaro e Vibo Valentia, coinvolgendo già circa cinquanta aziende.

Il congresso ha premiato l’imprenditore soveratese Giovanni Sgrò, attivo da anni nella distribuzione dei prodotti bio in Calabria, per il prezioso e fattivo sostegno.  

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.