Stampa Stampa
23

UN’ALTRA CERTEZZA, “IL VACCINO FERMERÀ IL CORONAVIRUS”. SVELATO IL MOTIVO


Lo afferma la docente di biologia Maria Rosaria Capobianchi: “Il Covid-19 ha un genoma più stabile e meno sfuggente, ed è più facile sviluppare vaccini che funzionino”

Fonte: TUTTOSPORT.COM

PRESERRE (CZ) –  17 NOVEMBRE 2020 –  Ci sono buone notizie, finalmente, sul contrasto alla diffusione del Coronavirus: “Il virus Sars-CoV2 cambia fino a 100 volte meno dell’Hiv. Questo aumenta la speranza di sviluppare vaccini efficaci“.

Parole di Maria Rosaria Capobianchi, docente di Biologia Molecolare e alla guida del Laboratorio di Virologia dell’Istituto Spallanzani, che per primo ha isolato in Italia il Sars-CoV2 in occasione dell’inaugurazione virtuale dell’anno accademico dell’Università UniCamillus. Emerge da un’analisi condotta successivamente alla recente pubblicazione di Microrganism che aveva evidenziato un cambiamento del virus tra le alte e le basse vie respiratorie.

La buona notizia è che ha un genoma più stabile e meno sfuggente, ed è più facile sviluppare vaccini che funzionano. Sars-Cov-2, come tutti i virus a RNA, ha un enzima di replicazione fallace e non preciso – ha spiegato Capobianchi – Il virus quindi ha una variabilità che nell’organismo genera una ‘quasi-speciè, uno sciame di virus quasi uguali ma che presentano piccole variazioni fra loro.

Potrebbe essere un meccanismo di evoluzione e di adattamento alle diverse sedi anatomiche dove il virus si replica.

 Lo abbiamo visto sia nel polmone sia nelle prime vie aeree respiratorie”

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.