- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

“UNA PREGHIERA IN VOLO”, EMOZIONI E RIFLESSIONI ALL’APPUNTAMENTO NATALIZIO DELLA “DECÒ ART”

Tra luci, candele accese e il canto “Alleluia”  fatti alzare in cielo palloncini bianchi in segno di speranza e di rinascita  

 di Franco POLITO 

SQUILLACE (CZ) – 3 GENNAIO 2021 –  Tutti, o quasi, abbiamo delle date speciali.

 Giorni particolari, da segnare sul calendario con il circoletto rosso.

 Su quello appeso nelle sale dell’Atelier di Ceramica “Decò Art” della maestra Concetta Gallo uno dei fatidici appuntamenti annuali porta la data del 16 dicembre.

 Da qualche anno a questa parte sono quelle le ventiquattrore giuste per la “Festa di Natale”, appuntamento per  lanciare la “Christmas Edition”, collezione speciale ispirata al periodo di festa.

Tra luci, musiche e qualche goloseria che non gusta mai, il lancio delle nuove realizzazioni (ciondoli, collane, palline per l’albero di natale, suppellettili per la casa) divine anche l’occasione per lo scambio degli auguri con amici e clienti.

Quest’anno, però, è stato diverso. Quest’anno c’è la pandemia. Concetta Gallo, supportata dal marito Mimmo Laugelli e dalle figlie Emanuela e Silvia (sue l’idea e la messa in scena), ha pensato a qualcosa di insolito.

Dal cilindro della fantasia è venuta fuori “Una preghiera in volo”, un momento di riflessione intenso e significativo

 «Visto la difficile e particolare situazione  che stiamo attraversando   – fa sapere Gallo –  lo scorso 16 dicembre abbiamo deciso di realizzare qualcosa di più semplice e particolare, dedicando questo momento a tutte le persone che hanno sofferto e stanno ancora soffrendo negli ospedali e sul posto di lavoro, ai bimbi e soprattutto ai nostri cari nonni  che sono costretti a rimanere costretti a rimanere da soli e lontano dai loro cari».

 In una suggestiva atmosfera di luci e candele, resa ancora più incantevole dall’amenità del centro storico di Squillace che ospita l’Atelier, agli invitati è stato donato un palloncino bianco recante un biglietto con una preghiera.

 Il parroco don Enzo Iezzi  ne ha recitate alcune. Poi, sulle note del l’Alleluia intonate dalla maestra Emanuela Laugelli, i palloncini hanno spiccato il volo verso il cielo in segno di speranza e di rinascita per tutti.

 «Abbiamo vissuto attimi di profonda commozione – conclude la maestra Gallo – per i quali ringrazio mio marito e le mie figlie, il resto della famiglia, gli amici Francesco Severini e Franco Sinopoli. 

Una sincera  gratitudine, infine, a tutti coloro che anche quest’anno hanno voluto condividere un appuntamento diverso dal solito ma ugualmente denso di significati».

 O la chiami “Festa di Natale” o “Una preghiera in volo”, all’Atelier di Ceramica “Decò Art” è sempre un giorno da segnare sul calendario con il “circoletto rosso”.