Stampa Stampa
4

UMG, COLDIRETTI CALABRIA: «SOSTEGNO ALLA RIATTIVAZIONE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA VETERINARIA»


Incontro con il Rettore prof. De Sarro e il prof Britti. Aceto: abbiamo bisogno di un corso di laurea in veterinaria e adesso è il momento giusto

di REDAZIONE

CATANZARO –  11 LUGLIO 2022 – A seguito della delibera del Senato Accademico dell’Università Magna Graecia di Catanzaro che ha previsto l’avvio delle procedure per la riattivazione del “Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria”, incaricando il prof. Domenico Britti, Presidente della Scuola di Farmacia e Nutraceutica dell’Università Magna Graecia di Catanzaro laureato in Medicina Veterinaria, la Coldiretti Calabria con il suo presidente Franco Aceto, ha incontrato il Rettore dell’Università prof. Giovambattista De Sarro e appunto il prof. Britti.

“L’Università di Catanzaro,  – commenta Aceto -ha fatto una  precisa e autorevole scelta didattica e organizzativa, che soddisfa la ricerca di qualità, la trasmissione del sapere agli studenti e quindi agli imprenditori zootecnici, e garantisce per i nostri giovani l’equità di accesso”. Come si ricorderà, il Corso di Laurea in medicina veterinaria presso l’UMG era stato autorizzato nel 2003 ma poi è stato disattivato nel 2010.

“E’ evidente che la riattivazione del corso– annota Aceto –non può essere un fatto estemporaneo o solo socio-culturale bensì il coronamento, in pianta stabile, di profonde aspirazioni economiche e politiche del nostro settore agro-zootecnico.

E adesso alla luce di quanto accaduto e sta accadendo  – chiosa Aceto – è il momento giusto”! Il corso, è stato convenuto, serve a sostenere gli interessi produttivi della Regione Calabria e quindi formare professionisti, medici veterinari, che possono portare valore alla filiera zootecnica e alle sue produzioni.

La sanità veterinaria pubblica, è un cordone ombelicale che garantisce la qualità degli allevamenti dal latte alla carne e non solo e come stiamo assistendo, il cibo ha un impatto strategico sulla popolazione.

La Calabria è una regione a vocazione agro-zootecnica e quindi abbiamo necessità di formare professionisti che possano seguire l’intero percorso che va dall’alimentazione al confezionamento dei prodotti.

Negli anni dell’operatività del corso di laurea – è stato sottolineato – sono stati formati validi professionisti che oggi svolgono la loro attività in prestigiose università e/o aziende. Questo che vogliamo sostenere ad ogni costo- postilla il Presidente di Coldiretti Calabria -è un messaggio ai nostri giovani affinchè siano protagonisti del proprio futuro, e possano trarre ispirazione ed incitamento dallo studio e dalla ricerca per conservare, potenziandolo ed innovando, un patrimonio produttivo; questo è uno dei compiti dell’offerta formativa del Corso di laurea in veterinaria.

“Faremo con la massima determinazione – aggiunge Aceto – tutto quanto possibile per raggiungere questo risultato coinvolgendo le istituzioni ad ogni livello di rappresentanza anche perché questo significa un riequilibrio economico e sociale tra le diverse aree del Paese per  inaugurare una stagione di innovazioni istituzionali e di nuovi investimenti nella ricerca e formazione.

Voglio ricordare  – conclude Aceto – che quando una stalla chiude si perde un intero sistema fatto di animali, di prati per il foraggio, di formaggi tipici e soprattutto di persone impegnate a combattere, spesso da intere generazioni, lo spopolamento e il degrado dei territori soprattutto in zone svantaggiate”. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.