Stampa Stampa
76

UCRAINA, LA COMUNITÀ ECCLESIALE DI SQUILLACE TENDE LA MANO AI PROFUGHI (CON VIDEO)


Accolti nei locali del seminario alcuni dei tanti “rifugiati di guerra”

di Franco POLITO
Video: Carmela COMMODARO (SOVERATOUNOTV. NET)

SQUILLACE (CZ) – La Comunità Ecclesiale di Squillace  ha accolto alcuni dei tanti ” rifugiati di guerra” nei locali del Seminario.

Si tratta di donne e bambini.

«Donne che scappano dalla guerra lasciandosi dietro famiglie, affetti, che forse non rivedranno mai più – sottolinea il parroco don Enzo Iezzi -. Portano con loro i propri figli o i figli di altre madri che sono rimaste a combattere accanto ai propri mariti per la loro patria cercando di salvare il salvabile.

Bambini che non dovrebbero mai assistere a questi orrori.

Orrori di una guerra atroce dove a dominare è sempre la sete di potere, e dove, a pagarne le conseguenze non saranno i potenti ma unicamente i civili.

Siamo certi che la Nostra Comunità sarà in grado di accogliere e integrare queste persone nel migliore dei modi, offrendo loro, ma soprattutto ai bambini, dei giorni più lieti e sereni lontano dalle atrocità e dai rumori assordanti dei bombardamenti».

L’intera comunità squillacese si è messa subito a disposizione per i nuovi arrivati.

«Vi ringraziamo questo – conclude il parroco –   e vi diciamo che, chiunque voglia fare la propria parte, può tranquillamente visitare le donne e i bambini e capire con i propri occhi e con i propri orecchi di cosa hanno effettivamente bisogno, così da non creare confusione e caos.

Saranno loro in prima persona a rivolgersi a tutti voi qualora ne avessero bisogno». 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.