Stampa Stampa
60

“TUTTINSIEME PER SQUILLACE”, NUOVA FRECCIATA ALLA MAGGIORANZA: «CIASCUNO FACCIA IL PROPRIO LAVORO»


Mesoraca e Zofrea

Riceviamo e pubblichiamo:

 SQUILLACE (CZ) –  6 SETTEMBRE 2019 – «Ormai avete cominciato a conoscerci bene e meglio. Ce lo dimostrano i vostri continui attestati di stima, manifestati in diversi modi.

“E’ stato un peccato, non vincere per una cinquantina di voti, anzi – ci fate notare – per appena ventisette voti perché, nelle elezioni, la differenza va divisa per due”.

Cari amici, avete ragione e, purtroppo, gli unici a non averlo capito sono i consiglieri di maggioranza che in una nota, diffusa nei giorni scorsi, ci accusano di non esserci “ancora ripresi dalla cocente sconfitta elettorale”.

Ora, per un attimo, lasciamo stare la politica e parliamo di matematica. La lista guidata dall’attuale sindaco ha ottenuto 881 voti; la nostra lista “Tuttinsieme per Squillace” 764 voti.

Se la matematica non è un’opinione, noi rappresentiamo in consiglio, assieme all’altra lista, il doppio dei voti presi dal sindaco che, pur essendo minoranza nella città, amministra solo grazie alla normativa vigente.

Ed aggiungiamo che l’attuale sindaco ha perso, rispetto alle precedenti elezioni, oltre quattrocento voti. Questi sono dati inconfutabili o i solerti consiglieri di maggioranza mettono in discussione anche Pitagora? A voi le considerazioni!

Ora torniamo alla nota dei consiglieri di maggioranza a cui va il nostro massimo rispetto, sia per le persone che sono, sia per quello che essi rappresentano.

Dicono, però, alcune cose che hanno bisogno di qualche chiarimento. Ad esempio, che il nostro ruolo di consiglieri di minoranza è “superficiale”, perché scriviamo tanto. Ci verrebbe da dire che il problema, forse, è che loro non sanno leggere! Ma questo non lo pensiamo e allora crediamo che leggano velocemente.

Alla nostra ultima dichiarazione, relativa all’assenza completa di programmazione comunale per l’estate ormai alla fine, hanno saputo solo dire che è stato fatto il “corso per accompagnatori turistici”. Non entriamo nel merito legale dell’iniziativa perché, questo, è stato già denunciato da una gentile signora nei giorni scorsi, ma la domanda che in tanti si fanno è: “con quali risultati?”.

Il gruppo di maggioranza, inoltre, si è affannato a cercare qualcosa da dire per salvare la promozione turistica del Comune ed allora ha comunicato che l’assessore alla programmazione e turismo ha aperto un punto di “accoglienza ed informazione turistica”. Siamo certi che presto saranno resi noti, magari con l’ausilio di qualche “slide”, i numeri legati alle numerose presenze turistiche nella nostra città nei mesi estivi, facendo salve quelle motivate dalla ben riuscita “taranta e dintorni”, organizzata dall’associazione “Aggregazioni”.

Nell’occasione, vorremmo ricordare a quanti non ne sono al corrente che, fino al mese di agosto dell’anno passato, era la stessa giunta comunale di oggi, lo stesso sindaco a guidare la cosa pubblica di Squillace. Quindi, di tempo, per fare una programmazione turistica mirata, i nostri assessori ne hanno avuto: quasi cinque anni!

Rispetto alle altre cose scritte, siamo consapevoli che qualche consigliere di maggioranza è giovane e, quindi, non può conoscere cosa abbiamo fatto noi, in passato, anche nell’ambito turistico per la nostra città; cosa abbiamo fatto e continuiamo a fare per mantenere alto il suo nome. Ma tutti gli altri, che tanto giovani non sono, pensiamo che siano davvero in malafede. Perciò li invitiamo ad andare a rivedere i filmati e le foto che circolano anche su internet, a testimonianza di un passato glorioso della nostra città in cui, loro, certamente, non c’erano, noi sì.

Siamo “attaccati” solo perché noi, che rappresentiamo un terzo dei cittadini, abbiamo denunciato, e continueremo a farlo pubblicamente, le cose che potrebbero essere corrette.

Mentono sapendo di mentire, perché sono agli atti, le nostre offerte di collaborazione a partire dal cercare insieme soluzioni relative alle abitazioni di alcuni cittadini; abbiamo indicato qualche soluzione per l’accoglienza (all’ingresso della città), per la pulizia del lungomare, ancora nel completo abbandono.

Ed invece, le strade sono rimaste con le buche, le vie senza luce, le erbacce superano l’altezza degli alberi, il decoro urbano è inesistente, la città invasa da insetti, e ci fermiamo qui. Alla nostra offerta di collaborazione ci è stato risposto con un secco no, persino, alla richiesta dell’ uso di una stanza nella sede comunale per svolgere il nostro mandato, ci è stato risposto no, mentre è stato concesso, a persone esterne all’amministrazione, l’uso dei locali comunali per una “ricerca storica”.

Abbiamo chiesto di poter effettuare, insieme ai funzionari comunali preposti, un sopralluogo ai serbatoi che forniscono l’acqua sul territorio, nell’ambito della nostra attenzione per la tutela della salute pubblica, e la risposta è stata negativa.

Le nostre interrogazioni, restano inevase!
Così l’amministrazione comunale intende la collaborazione!
Ma a noi è stato dato un mandato, da parte dei cittadini squillacesi, e noi lo svolgeremo, che lo gradiscano o no, con il massimo impegno, trasparenza, lealtà e, soprattutto, amore verso la nostra città.

Cari consiglieri di maggioranza, ci auguriamo che voi possiate esprimere anche la vostra opinione rispetto alle cose che verranno fatte da questa amministrazione comunale e che voi non condividerete!»

Oldani MESORACA e Vincenzo ZOFREA – Consiglieri comunali della Lista “Tuttinsieme per Squillace” 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.