Stampa Stampa
289

TUTTI CON LA FASCIA TRICOLORE, AD AMARONI NASCE IL CONSIGLIO COMUNALE A “MAGGIORANZA ALLARGATA”


Secondo mandato consecutivo per il sindaco Luigi Ruggiero. Quarto anno di fila alla maggioranza per “Democrazia è Partecipazione”. La promessa a collaborare di “Viva Amaroni”

di Franco POLITO

AMARONI (CZ) – 10 OTTOBRE 2020 –  Alla fine tutti (senza distinzione tra maggioranza e opposizione) con addosso la fascia da sindaco davanti alla torta recante il logo di “Democrazia è Partecipazione”, la compagine vittoriosa alla tornata amministrativa dello scorso fine settembre.

Il consiglio comunale di insediamento ieri ha tracciato la via: in piazza dell’Emigrante (appositamente scelta per soddisfare le norme anti – Covid) si percepisce che sarà collaborazione totale tra il gruppo del confermato sindaco Luigi Ruggiero e la minoranza di “Viva Amaroni”, che sosteneva la candidatura a primo cittadino di Salvatore Caccamo.

Collaborazione e unità di intenti in vista di un solo obiettivo: far crescere Amaroni.

Ruggiero quando giura di essere fedele alla Costituzione (è la seconda volta di fila) lo fa con il rinnovato spirito del padre di famiglia. Nella vita guida i treni. Da buon macchinista gioca  con la similitudine «Amministrare un Comune – sottolinea -, grande o piccolo che sia, è come guidare una macchina».

Solo che sul treno è da solo. A Palazzo Canale, sede del municipio amaronese, ci sono i copiloti.  “Democrazia è Partecipazione” è al governo della “Cittadina del Miele” da quattro consiliature di seguito.  Un fatto che sa tanto di storia. Giusto  (anche per questo) optare per la continuità anche con la Giunta.

Oltre al primo cittadino ci sono nuovamente Teresa Lagrotteria , vicesindaco con delega al Bilancio e Cultura, e Giuseppe Laugelli, assessore ai Lavori Pubblici e alle Politiche Ambientali.

«Il fattore umano – aggiunge Ruggiero –  deve essere al centro della nostra vita. Ha contato molto nella campagna elettorale, conterà molto in questi altri cinque anni».

Ringrazia tutti, Ruggiero: la sua famiglia, il parroco don Roberto Corapi, il maresciallo dei carabinieri della stazione di Girifalco Giuseppe Milisanda e «i compagni di viaggio, eletti e non eletti». 

Con lui, sugli scranni della maggioranza,  siederanno i consiglieri Patrizia Ruggiero (delega alla Pubblica Istruzione e Affari Legali); Francesco Muzzì (Sport e Tempo Libero, Politiche Giovanili); Cathia Olivadese (Rapporto con le Associazioni, Pari Opportunità); MariaRosa Tarzia (Gemellaggio, Rapporti con Associazioni Estero); Giuseppe Olivadoti (Politiche Agricole e Forestali).

«Ci sarà spazio per tutti», ripete Ruggiero. Ed ecco, dunque, le deleghe pure ai candidati che non ce l’hanno fatta. Giuseppe Bellissario affiancherà Francesco Muzzì nelle Politiche Giovanili mentre Antonio Scamarcia e Simona Sestito affiancheranno il sindaco, rispettivamente, nell’Organizzazione degli Eventi e nelle Politiche Sociali, con il primo cittadino che ha trattenuto per sé pure l’Urbanistica.

Continua a ringraziare Ruggiero. Rivolgendosi all’opposizione, si dice sicuro «del contributo che darete per la soddisfazione dei bisogni degli amaronesi».

E poi gli ossequi e i saluti ai sindaci giunti da Centrache, Gasperina, Palermiti, San Vito sullo Ionio, Stalettì e Vallefiorita.

L’ultima parola, ma non l’ultima,  è per gli elettori. «Un grande sindaco fa il proprio dovere se anche i cittadini lo fanno» il suo dire che sa tanto di invito a suggerire, proporre e, con spunti positivi, criticare. «La parola non verrà negata a nessuno – conclude – Ci sarà spazio per tutti. Amaroni non è del sindaco e dei consiglieri comunali ma di tutti voi».

Come lo è anche il “Patto di Servizio” stipulato idealmente con i cittadini  dal vicesindaco Lagrotteria o l’idea della consigliera Patrizia Ruggiero di avvicinare i giovani  alla vita amministrativa attraverso il consiglio comunale junior o la promessa di collaborazione di Rossana Ruggiero.

Intanto le nuove leve imparano dai grandi. Che indicano i  capigruppo: Muzzì per “Democrazia è Partecipazione”, Rossana Ruggiero, invece, per “Viva Amaroni”. 

Prima dello sciogliete le righe eletti i componenti della Commissione elettorale comunale. Titolari: Tarzia e Olivadoti (maggioranza); Caccamo (opposizione). Supplenti: Patrizia Ruggiero e Olivadese (maggioranza); Bova (opposizione).

Poi le interviste di rito, il taglio della torta  e le foto ricordo. Tutti con la fascia tricolore addosso: quelli di “Democrazia è Partecipazione” e di “Viva Amaroni”. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.