Stampa Stampa
8

TRENITALIA IN CALABRIA: ORRORI ORGANIZZATIVI CHE DEVONO SPINGERE LE ISTITUZIONI CALABRESI AD ESSERE PIÙ VIGILI


Pietro Molinaro

Riceviamo e pubblichiamo:

PRESERRE (CZ) –  9 GIUGNO 2022 –  Appena fuori dalle grandi linee ad alta velocità la rete ferroviaria è lenta, come sanno bene pendolari e viaggiatori.

Quello che è accaduto a due artisti che avevano fatto uno spettacolo a Corigliano Calabro è emblematico!

La destinazione finale era Pescara.

Il treno proveniente da Melito Porto Salvo (RC) che li doveva portare a Taranto per poi andare a Bari e quindi Pescara ha problemi tecnici e per questo vengono avvisati con messaggio.

Persistendo le difficoltà Trenitalia con sms comunica che il treno è soppresso e quindi suggerisce di andare a Catanzaro Lido (pensate un pò che genialata!!), di fatto andare indietro di 200 Km per poi prendere un treno per Sibari che è a 10 minuti da Corigliano e da li poi un bus per Taranto.

E’ il caso di dire che la geografia e le distanze non sono proprio il forte di Trenitalia! Dopo varie peripezie il risultato finale è stato che sono arrivati a Pescara con oltre 8 ore di ritardo!

Un esempio di come Trenitalia non ha rispetto per la Calabria.

Il contrario si può dimostrare rimuovendo i responsabili, chiedendo scusa agli artisti e offrendo loro una vacanza in Calabria.

Pietro Molinaro, già consigliere regionale e Presidente della Commissione Agricoltura nella passata legislatura

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.