Stampa Stampa
51

TRAGEDIA SIMONA, IL PARTITO ANIMALISTA NEI BOSCHI DI SATRIANO


Ieri diretta Facebook per ricostruire fatti e dubbi dopo l’esposto in Procura

di REDAZIONE 

SATRIANO (CZ) –  30 SETTEMBRE 2021 –  Dopo l’esposto presentato in Procura, il Partito Animalista ieri è stato a Satriano, sui luoghi della tragedia incorsa alla giovane Simona Cavallaro per provare a ricostruire fatti, dubbi e la verità che coinvolgono anche i mancati interventi, e gestione del randagismo di questi anni da parte delle Istituzioni.

Intorno alle 13.00, difatti, c’è stata una diretta Facebook sulla pagina del Partito Animalista Italiano dai boschi di Satriano anche con il presidente, avv. Cristiano Ceriello, insieme ad un gruppo di esponenti che in queste settimane ha provato a studiare quanto successo.

«Nel corso della campagna elettorale alle Elezioni Regionali, come Lista nella coalizione di Amalia Bruni – ribadisce il Partito animalista – abbiamo potuto ottenere con il nostro ufficio legale una visione più chiara del dramma randagismo in Calabria e come, tutti invero lo sanno, questa tragedia poteva essere evitata e poteva accadere a chiunque.

Sarebbe troppo facile trovare il cane (o il gruppo di cani) responsabile e sopprimerlo, oltre a condannare l’allevatore semmai con una semplice ammenda per “culpa in vigilando”.

La tragedia di Simona attraversa il dramma randagismo in Calabria, non è un mero ed isolato caso di cronaca.

Ritornano sempre di più i dubbi ed interrogativi già espressi nell’esposto alla Procura. Ci si chiede il perchè, nel 2020, della mancata comunicazione da parte della Regione Calabria (unica in Italia, insieme alla Sicilia) al Ministero della Salute dei dati annuali sul randagismo. Cosa ancor più grave se si pensa come dei 50.000 animali randagi che si stimano per l’Italia, circa 15.000 sono solo in Calabria.

Tra gli altri, si ci chiede perché mancassero cartelli, segnalazioni, recinti e se la presenza di questi cani fosse a conoscenza delle Istituzioni o delle Asp».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.