Stampa Stampa
50

TRAGEDIA SENZA FINE TRA I PAZIENTI DELLA RSA DI CHIARAVALLE, SALE A 7 IL NUMERO DEI MORTI


Anziani con gravi comorbilità trasferiti Policlinico Università

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) – 31 MARZO 2020 –  Sono tre i pazienti morti nel reparto di Malattie infettive del Policlinico Universitario “Mater Domini” di Catanzaro, tra le persone trasferite dalla Rsa “Domus Aurea” di Chiaravalle Centrale.

A questi va aggiunto un decesso verificatosi ieri. “Si tratta di pazienti – ha detto all’ANSA Caterina de Filippo, direttore medico di Presidio – che presentavano gia’ delle gravi comorbilita’ e il Covid-19 ha solo aggravato la situazione”.

Il Policlinico Universitario “sta rispondendo – ha sottolineato la dirigente – a chiamate da vari pronti soccorsi e stiamo ricevendo trasferimenti mattina, pomeriggio e notte con la speranza di dare nelle prossime ore ulteriori disponibilità’ di ricoveri per altri pazienti perché’ anche qui da noi mancano un po’ di dispositivi, ma stiamo cercando di risolvere le problematiche”.

Al momento i pazienti ricoverati nel reparto di Malattie infettive sono 13 e 3 sono in rianimazione Covid-19.

  Sale a sette il numero dei pazienti deceduti affetti da Covid-19 provenienti dalla casa di riposo di Chiaravalle, in provincia di Catanzaro. Quattro sono i decessi registrati al Policlinico Universitario “Mater Domini” tra ieri e oggi.

Una paziente è invece deceduta all’ospedale Pugliese sempre a causa delle complicazioni dovute al Covid-19 sempre ieri.  Due invece sono gli ospiti della residenza, il cui decesso è stato comunicato direttamente dalla Rsa “Domus Aurea”, dove si è ormai riscontrato un focolaio di coronavirus.

Si tratta di una cinquantina di pazienti anziani le cui condizioni hanno obbligato al trasferimento degli ospiti, in queste ore, in altre strutture dell’Asp di Catanzaro.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.