Stampa Stampa
229

TRADIZIONE “RADDOPPIATA”, AD AMARONI ARRIVANO DUE BEFANE E SONO ANCHE PIÙ MASCHERATE


Un “segno” che l’amministrazione comunale ha regalato ai bambini che hanno dovuto rinunciare al Natale tradizionale

 di Franco POLITO

  AMARONI (CZ) –  7 GENNAIO 2021 –  La befana ai tempi del Covid. Suona strano ma nonostante tutto  ad Amaroni arriva la befana che non ti aspetti.

 Una novità quella “atterrata” ieri mattina nella “Cittadina del Miele”  dove sono soliti a simili approdi.

 E, anche per questo, il nutrito gruppo di famiglie e bambini che hanno assistito “all’evento” subito dopo la messa solenne celebrata nella parrocchia di Santa Barbara Vergine e Martire, hanno subito notato la differenza con la solita vecchina a cavallo della scopa: erano in due e più mascherate che mai.

 L’ amministrazione comunale, “solleticata” da alcune mamme, ha reinterpretato il  tradizionale passaggio della Befana ad Amaroni.

 Chiara la volontà dei civici amministratori. Palazzo Canale, storica sede del municipio amaronese, ha  voluto comunque regalare un “segno” ai più piccoli, che non hanno potuto vivere il Natale secondo tradizione.

 Il dono ricevuto oggi dai bambini? Il loro sorriso e il loro stupore.

 Il “transito veloce” delle due befane, per il cui ruolo si sono proposte  le mamme Francesca Minopoli e Rosa Bova, è  avvenuto in totale sicurezza grazie anche alla disponibilità e alla collaborazione del parroco di Amaroni, don Roberto Corapi, sempre pronto a sposare le sollecitazioni provenienti dal Palazzo.

 A loro va il ringraziamento del sindaco Luigi Ruggiero e dell’intera comunità che si riscopre ancorata agli autentici simboli delle coesione. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.