Stampa Stampa
89

TRA RICERCA FILOSOFICA E AMORE PER LA STORIA, IL PRIMO ROMANZO DI FRANCESCO PUNGITORE


“Il mago di Nardodipace” si snoda attraverso le vicende di tre protagonisti chiave, in un viaggio fantasy che tocca la nostra Calabria e il Lazio

 di REDAZIONE

PRESERRE (CZ) –  24 APRILE 2019 –  Un libro sorprendente, da cui trapelano tanta filosofia, un sapere che abbraccia diversi mondi e culture, una evidente passione per la scrittura.

E’ “Il mago di Nardodipace”, fantasy pubblicato dal giornalista Francesco Pungitore. Il suo primo romanzo, dopo tanti saggi a carattere storico, religioso, sociologico e filosofico.

Il racconto si snoda attraverso le vicende di tre protagonisti chiave: un “mago” che vive in Calabria, tra i megaliti di Nardodipace e le grotte di Zungri; una giovane sacerdotessa nata tra i nomadi della Magliana, a Roma; un malvagio stregone venuto dall’Est in Italia con pesanti intenti distruttivi.

Ma leggendo, pagina dopo pagina, risulta evidente come la storia in sé sia solo lo sfondo di una ricerca più profonda che l’autore ha sviluppato nel corso di lunghi anni di studio.

Le citazioni tratte dalle opere di Paulo Coelho, James Hillman,  Gabriele La Porta, Antonio Spinosa, Yogananda, evidenziano i frutti di un percorso di ricerca incentrato sui temi dell’anima e dello spirito.

La “realizzazione” verso cui protende il “mago” di Nardodipace è l’emblema di una meta riservata a tutti gli umani… E’ il Glauco di Platone che si libera dalle scorie terrene per riscoprire la sua vera natura di luce. E’ la biga, sempre platonica, che perde le sue ali e poi le ritrova, per risalire nelle più alte sfere del divino. Verso la sua vera casa.

Tanta filosofia, dunque, in questo libro di Pungitore che richiama Eraclito e l’Oriente, l’ermetismo e i grandi classici del taoismo cinese. E tanto amore per l’Italia e le sue particolarità turistiche, storiche e archeologiche.

Scenari affascinanti che diventano luoghi dentro i quali immergere racconti di fantasia, suggestioni e leggende.

Il mistero delle grandi pietre di Nardodipace, il villaggio rupestre di Zungri, l’eccezionale parco di Bomarzo, la Porta Magica di  Roma: un orizzonte fantastico che suggerisce stimoli di viaggio ed emozioni da esploratore, stile Indiana Jones! 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.