Stampa Stampa
13

TRA MUSICA E CULTURA TORNA “RADICAMENTI”


A Mendicino, in Provincia di Cosenza, dal 14 luglio all’1 settembre

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  9 LUGLIO 2019-  Sud Sound System, Morgan e Teresa De Sio, e poi tanti altri eventi culturali di richiamo e di rilievo nazionale, con una particolare valorizzazione della letteratura calabrese.

Sono questi gli ingredienti che caratterizzeranno la sesta edizione del festival ‘Radicamenti’, in programma a Mendicino (Cosenza), con l’apertura prevista il 14 luglio e la chiusura l’1 settembre.

La rassegna, una delle più attese della stagione estiva calabrese, è stata ideata e organizzata dall’amministrazione comunale di Mendicino guidata dal sindaco Antonio Palermo, dal direttore artistico di ‘Radicamenti’, il musicista Checco Pallone, e dal consigliere delegato Margherita Ricci.

L’evento è stato presentato ieri, nella sede della Regione, alla presenza dell’assessore regionale alla Cultura, Maria Francesca Corigliano. “Ringrazio la Regione – ha esordito il sindaco Palermo – per averci ospitato e aver voluto che si presentasse qui la sesta edizione del nostro festival, che, ormai, crediamo essere il festival di tutti i calabresi.

Una rassegna improntata sulle nostre tradizioni e sulla nostra cultura, cresciuta nel tempo e che ha avuto modo di coinvolgere un numero sempre maggiori di visitatori che hanno scoperto e poi tornati a vivere il centro storico della nostra amata Mendicino”.

“Sud Sound System, Morgan e Teresa De Sio – ha spiegato,a sua volta, il direttore artistico Checco Pallone – sono solo alcuni dei nomi che quest’anno si alterneranno a Mendicino. A loro si aggiungono momenti culturali, di riflessione e discussione sulla seta e sulle tradizioni locali. Come sempre un programma di grande livello che unisce tradizione e innovazione”.

Corigliano, infine, ha ricordato che il festival ‘Radicamenti’ “è vincitore del bando regionale 2017-19, un bando triennale di cui oggi si è presenta l’ultima annualità, superando una selezione piuttosto dura.

Questo è il segno dell’alta qualità della proposta progettuale. Mi congratulo con il direttore artistico anche per la contaminazione positiva sui diversi linguaggi, per la scelta di aver voluto puntare l’attenzione sulla nuova letteratura in Calabria che sta conoscendo un periodo di grande successo anche all’estero”.

“Considero poi molto interessante – ha osservato l’assessore regionale – aver considerato nella programmazione del festival bene culturale anche l’assetto naturalistico e ambientale con le iniziative previste su Monte Cocuzzo.

Va in questo senso il progetto sulla valorizzazione dei Borghi, fortemente voluta dal presidente Oliverio e dall’assessore Rossi, che ci riporta al fatto che la Calabria è terra interessate sia per i piccoli agglomerati urbani ma anche come forte attrattore naturalistico. Complimenti a tutti per l’iniziativa e per quello che raffigura non solo per Mendicino ma per la Calabria tutta”.

Il festival inizierà il 14 luglio nel centro storico di Mendicino, con una concentrazione degli eventi dal 29 agosto al primo settembre quando ‘Radicamenti’ si concluderà con il concerto sul Monte Cocuzzo.

Il cartellone prevede, in particolare, 14 luglio Francesca Prestia e Otello Profazio, il 25 luglio Cataldo Perri e Carmine Abate ‘Lo Squintetto’, l’8 agosto Paolo Sofia e Gioacchino Criaco, il 29 agosto Sud Sound System, il 30 agosto Baba Sissoko, Mediterranean Blues, Tonino Carotone, il 31 agosto Morgan & Megahertz, Calabria Orchestra, l’1 settembre Puro Desiderio, Teresa De Sio, Violons Barbares.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.