Stampa Stampa
27

TORRE DI RUGGIERO (CZ) – TAGLI SPENDING REVIEW, LA GIUNTA NON CI STA


Autorizzato sindaco e presentare istanza per ottenere rimborso. Corte Costituzionale ha ritenuto illegittime decurtazioni. Per il Comune nel 2013 minori entrate di quasi 32 mila euro

di Franco POLITO

TORRE DI RUGGIERO (CZ) – 22 GENNAIO 2017 –  La giunta comunale ha deliberato di autorizzare il sindaco Mario Barbieri a presentare istanza al Ministero dell’Economia e delle Finanze ed al Ministero dell’lnterno per ottenere il diritto al rimborso delle entrate erariali decurtate in sede di riparto del fondo sperimentale di riequilibrio del fondo perequativo per I’anno 2013.

A fare da premessa alla decisione dell’Esecutivo Torrese l’articolo  16, comma 6, del decreto legge 6.7.2012, n. 95 (c.d. Spending Review). La norma ha previsto per il 2013 la riduzione del fondo sperimentale di riequilibrio del fondo perequativo e dei trasferimenti erariali ai Comuni pari ad un ammontare complessivo di 2,25 miliardi di euro, da imputare a ciascun Comune in base alle quote delle spese sostenute per i consumi intermedi desunte dal sistema Siope.

Il Comune di Torre di Ruggiero, per effetto del criterio di riparto, ha subito nel 2013 una decurtazione delle entrate erariali pari a 31 mila 636,89 euro. «Una decurtazione – sottolineano dalla Giunta – del tutto illegittima secondo i criteri enunciati dalla Corte Costituzionale con la recente sentenza n. 12912016, depositata il 6 giugno 2016 e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 23 dell’ 8 giugno successivo».

Più di una considerazione, sia economica, sia politica, per un solo obiettivo: presentare alle competenti autorità statali una specifica istanza di rimborso volta ad ottenere le risorse decurtate.

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.