Stampa Stampa
35

TORRE DI RUGGIERO (CZ) – SIEPI SU STRADE, SINDACO ORDINA IL TAGLIO


Torre, una veduta

Impediscono sicurezza stradale e alimentano presenza di animali

di Franco POLITO

TORRE DI RUGGIERO (CZ) – Ordinanza del sindaco Mario Barbieri indirizzata a tutti  i proprietari, affittuari, conduttori o detentori a qualsiasi titolo dei terreni che fronteggiano le strade vicinali, rurali e comunali situate sul territorio comunale.

Il provvedimento dispone «di provvedere a potare e/o tagliare le siepi e i rami di alberi e/o altre essenze arboree prospicienti oltre il confine stradale o che nascondono la segnaletica, in modo che non rechino ostacolo alla sicurezza della circolazione stradale e che non compromettano la piena visibilità della carreggiata».

Impartito anche l’ordine «di provvedere alla pulizia e alla regolare manutenzione delle aree medesime, mediante la rimozione di vegetazione incolta, erbacce, sterpaglie e similari e al costante mantenimento dello stato di pulizia e di decoro delle aree medesime mediante la rimozione di eventuali rifiuti presenti nelle stesse, nel rispetto della vigente normativa in materia».

Barbieri, inoltre, ha imposto «che il frascame residuo deve essere raccolto e non lasciato né sulla sede stradale e né nelle cunette laterali»  e «di eseguire o far eseguire la pulizia dei fossi laterali alle strade, fossi, rivi, cunette e ripe».  Non solo, i proprietari e/o i responsabili, «dovranno comunque tenere costantemente pulite le dette opere, in particolare dopo ogni evento a carattere piovoso, in modo da lasciare scorrere liberamente le acque sia sorgive che piovane ed inoltre mantenere le ripe in modo da impedire lo scoscendimento del terreno o I’ingombro della sede stradale e pertinenze per caduta massi od altro materiale ed impedire franamenti o cedimenti del corpo stradale.  

Il provvedimento, a cui va data esecuzione entro il prossimo 18 agosto, deriva dal fatto che in diverse vie cittadine è stata riscontrata la presenza di arbusti, siepi e rami sporgenti sulle strade comunali e vicinali che sono di ostacolo al transito veicolare e pedonale.

«Su alcune aree private – aggiunge il sindaco – , nelle zone del centro paese, la vegetazione spontanea si è sviluppata in modo considerevole, favorendo l’insediarsi di animali indesiderati quali topi, rettili, che costituiscono pericolo per l’igiene pubblica. La presenza di vegetazione incolta – conclude Barbieri –  potrebbe divenire fonte di innesco per pericolosi incendi, come già avvenuto negli anni passati, e che potrebbero arrecare gravi danni al patrimonio ambientale, immobiliare di proprietà pubblica o privata, alle infrastrutture e agli impianti vari di pubblico servizio presenti sul territorio comunale».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.