Stampa Stampa
59

TORRE DI RUGGIERO (CZ) – Consorzio metano, Pitaro “difende” la sua elezione a presidente


Il sindaco di Torre risponde alle contestazioni dei colleghi primi cittadini di Centrache e San Vito sullo Ionio  

di Fra. PO.

TORRE DI RUGGIERO (CZ) –  30 GIUGNO 2015 –  Adesso dice la sua. Lo fa senza polemiche o attacchi dirompenti. Il neo presidente del Consorzio di Metanizzazione delle Preserre  Pino Pitaro, sindaco di Torre di Ruggiero, risponde ai colleghi primi cittadini di Centrache, Fernando Sinopoli, e San Vito sullo Ionio, Alessandro Doria, che contestano l’elezione per «mancanza  – a loro dire – della maggioranza richiesta dallo statuto dell’ente.

«La mia elezione – afferma Pitaro – è assolutamente regolare perché, data l’assenza del Comune di Chiaravalle Centrale per via del commissariamento, e detentore di circa il 30% delle quote, la votazione si è svolta a norma dell’articolo 12, quarto comma, dello statuto. A Sinopoli e Doria voglio solo dire che l’elezione del presidente deve avvenire passando per una maggioranza che rappresenti il 51% dei voti e non del capitale consortile».

Queste le premesse che portano il sindaco torrese ad affermare un punto secondo lui incontrovertibile. «La mia elezione, pertanto – insiste Pitaro –  è avvenuta in maniera del tutto regolare.  Per i casi in cui è richiesta la maggioranza del 51%, lo statuto consortile lo indica in maniera espressa».

Non manca la chiusura di carattere, per così idre politico. «Ai fini dell’elezione –  conclude Pitaro – l’unica lista debitamente sottoscritta e presentata dai sindaci era quella del sottoscritto».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.