Stampa Stampa
36

TARSIA (CZ) – A CAMPO FERRAMONTI LA GIORNATA DELLA MEMORIA


Iniziative dell’amministrazione comunale per non dimenticare il passato e tutelare la democrazia di oggi

di REDAZIONE 

TARSIA (CS) – 23 GENNAIO 2018 – Il prossimo 27 gennaio 2018 ricorre la commemorazione del Giorno della Memoria, formalmente istituita dallo Stato italiano con la legge 211 del 20 luglio 2000.

La ricorrenza ha una portata internazionale ed è celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata di commemorazione delle vittime dell’Olocausto. In questo giorno si celebra la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio 1945 ad opera delle truppe sovietiche dell’Armata Rossa.

Il Comune di Tarsia, anche quest’anno, fa sì che il Giorno della Memoriasia utile per rendere la Memoria un elemento vivo: le lezioni del passato sono occasione di riflessione sulle contraddizioni e sulle speranze del nostro tempo. Solo ricordando quello che è stato, guardando indietro per guardare avanti, possiamo salvaguardare il tenore della nostra vita democratica oggi.

Le iniziative organizzate nel Campo di Internamento di Ferramonti di Tarsia per il 2018si svolgeranno dal 23 al 29 gennaio. Le iniziative sviluppate dalla stretta collaborazione tra il Consigliere Delegato alla Cultura, Roberto Cannizzaroe l’Associazione Ferramonti,avranno inizio domani, 23 gennaio con la presentazione e installazione della mostra itinerante“Ferramonti di Tarsia: passato, presente e futuro”a cura dell’Istituto Comprensivo Torano Castello – Lattarico. La giornata prevede l’esibizione dell’orchestra dello stesso Istituto con brani musicali attinenti il tema della Memoria.

Il 24 gennaio, lo spettacolo teatrale “La partita di scacchi” a cura dell’Associazione Maschere e Volto.Lo spettacolo teatrale è liberamente tratto dalle Memorie e Testimonianze di Paolo Salvatore (direttore del campo) in “Ferramonti di Tarsia, Voci da un campo di Concentramento fascista 1940-1945” di Mario Rende, e da “Con la gente di Ferramonti” di Nina Weksler.

Il 25 gennaio, subito dopo i saluti da parte del Sindaco di Tarsia, Roberto Ameruso, e del Consigliere delegato alla Cultura, Roberto Cannizzaro, si terrà ilrecital“Le Vie della Memoria” a cura degli alunni e dei docenti della Scuola Secondaria di primo grado di Tarsia, che faranno da cornice alla presentazione del libro “Ferramonti 1943”di Mario Giacompolli, che sarà presente alla presentazione del suo romanzo.

Il 26 gennaio, la presentazione del libro “Vivrò libera nella Terra Promessa” di Edith FischhoffGilboa. Il libro, edito dalla Mursia, racconta la vita della scrittrice, ex internata di Ferramonti. Ne parleranno insieme l’autrice, Edith FischhoffGilboa, Teresina Ciliberti, consulente letteraria del Comitato Dante Alighieri di Cosenza, il Sindaco di Tarsia, Roberto Ameruso. La presentazione del libro è inserita nelle attività del progetto Memory Art – L’arte attraversa la Memoria.

Il 27 gennaio, giorno della memoria, è il giorno riservato alle riflessioni di tutti i presenti alla manifestazione. Tra le numerose istituzioni presenti, religiose e civili, citiamo la presenza del Presidente dellaRegione, Mario Oliverio, di S.E. il Prefetto Gianfranco Tomaoche consegnerà, presso il Campo di Ferramonti di Tarsia, le medaglie d’onore ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei lager.

Saranno presenti: il Consigliere della Regione Calabria, Franco Sergio, il Presidente Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, Edith FischhoffGilboa – Ex internata e autrice del libro “Vivrò libera nella Terra Promessa”, Stanislao De Marsanich, Presidente de I Parchi Letterari® e Alessandro Masi, Segretario Generale Società Dante Alighieri.

La giornata vedrà il susseguirsi di vari momenti culturali e musicali: verrà istituito il Parco Letterario Ernst Bernhard e sarà inaugurata la Biblioteca del Campo che porterà il nome di Gustav Brenner, ex internato di Ferramonti che dopo la liberazione decise di stabilirsi a Cosenza dove fondò la Casa Editrice Brenner.

Alle 11.30, nella sala conferenze, si terrà la relazione dal titolo “La Shoah e conflitto di civiltà”, a cura del Cavaliere del Lavoro Professor Giancarlo Elia Valori, titolare della “Cattedra della pace” presso l’Università Ebraica di Gerusalemme e la YeshivaUniversity di New York.

La tavola rotonda sarà moderata dalla giornalista Fiorenza Gonzales. Alle ore 15, perlo Spazio della memoria musicale,ilConcerto a cura del Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano dal titolo “VERBOTEN! La musica proibita dal nazifascismo: da Mendelssohn alle canzonette… per non parlare del Jazz…”

Il 28 gennaio, la presentazione del libro e del progetto cinematografico “Ferramonti: storia di una vita” di Pino Ambrosio e Tommaso Orsimarsi. Alla presentazione saranno presenti oltre al Sindaco di Tarsia, uno dei due autori, Tommaso Orsimarsi, Esperia Piluso, Responsabile Ufficio Stampa “Ferramonti: Storia di una vita” e Maria Stillo.

Il 29 gennaio, la Comunità Ebraica di Napoli organizza il Convegno “Diritto e Memoria: profilo storico-giuridico della persecuzione razziale da parte del regime totalitario nel periodo compreso tra il 1938 e il 1945”.

Saranno presenti: Roberto Ameruso, Sindaco di Tarsia, Roque Pugliese, Consigliere della Comunità Ebraica di Napoli e Referente per la Regione Calabria, Franco Galiano, Presidente Accademia Internazionale del Cedro, Antonio Ordile, Avvocato in Roma, con una relazione dal titolo “Le leggi razziali: epilogo del diritto”, Walter Brenner, con alcuneriflessioni sulla memoria, e il Rabbino Maggiore Umberto Piperno, con la sua riflessione sul ricordo dei giusti in benedizione: i nomi della memoria.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.