Stampa Stampa
9

SUA MAESTÀ IL PEPERONCINO “SPOSA” VIOLETTA LA MELANZANA DI LONGOBARDI


Iniziativa Agrichef di Campagna Amica Coldiretti durante il Festival a Diamante 

 di REDAZIONE

 DIAMANTE (CS) –  8 SETTEMBRE 2018 –  Sempre più piccante il Festival del Peperoncino che si dimostra un evento pieno di energia, intuizione, conoscenza, passione, curiosità con la  capacità di cogliere il momento e di tradurlo in fattori economici di sviluppo. 

 Nella 26° edizione in corso a Diamante, “Rato e consumato” il matrimonio gastronomico tra Sua Maestà il Peperoncino e la gustosissima Melanzana Violetta di Longobardi. Accompagnata dall’Amministrazione Comunale, è stata accolta come principessa prediletta dal peperoncino e presentata ai tanti buongustai visitatori nella seconda giornata dell’ormai celeberrimo happening diamantese.

 La melanzana  “Violetta” è una produzione recuperata da alcuni contadini/custodi  di Longobardi (CS) che hanno trasferito ai giovani, oggi, fortemente entusiasti dei risultati, la produzione e valorizzazione di questa varietà autoctona  fortemente distintiva per qualità organolettiche. Tanti i piatti frutto del matrimonio che sono stati impreziositi, in particolare la “calabrisella” (parmigiana calabrese), semplice da preparare e regina della tavola per le grandi occasioni  nella cultura contadina. 

 L’incomparabile eleganza di “Violetta” si concede anche per un utilizzo integrale nella tradizione culinaria del Tirreno Cosentino essendo sposa ideale di Sua Maestà il Peperoncino Calabrese. Dopo la celebrazione del matrimonio la Violetta di Longobardi ed il Peperoncino di Diamante sono stati protagonisti nello Show Cooking a cura degli Agrichef Campagna Amica al Villaggio Coldiretti Calabria.

 Nel top degli acquisti la Violetta è stata la più desiderata dai visitatori del Mercato di Campagna Amica e per molti si è trattato di un acquisto prenotato addirittura con pagamento in anticipo per il timore  di non poterla cucinare e degustare.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.