Stampa Stampa
12

STOP AL CAPOLARATO, UGL: «BENE ARRESTI PIANA GIOIA TAURO»


Riceviamo e pubblichiamo:

PRESERRE (CZ) –  9 GENNAIO 2020 –  Alla luce di quanto è emerso dalla nuova serie di arresti a carico di caporali e titolari di  aziende agricole operanti nella Piana di Gioia Tauro, in relazione allo sfruttamento di braccianti  agricoli extracomunitari, l’UGL  Calabria, da sempre attenta nell’individuare e segnalare agli organismi competenti, atti di sopraffazione e sfruttamento di lavoratori vessati, umiliati, offesi e calpestati nella loro dignità umana, plaude all’operazione messa a segno e si schiera a fianco delle forze dell’ordine, intervenute per fermare atti di violenza intollerabili per l’intero  comprensorio.

Purtroppo è da svariati anni, che la nostra Confederazione, unitamente alle altre Forze Sociali ed alle associazioni umanitarie, si batte  per  salvaguardare i diritti essenziali di esseri umani, persone come noi, anche se si diverso colore della pelle,  che, all’interno della nostra Regione, versano in situazioni di  disagio ed emarginazione. 

ORNELLA CUZZUPI, SEGRETARIO GENERALE UGL CALABRIA

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.