Stampa Stampa
41

STALETTÌ, QUADRO A TINTE FOSCHE


A un mese dall’insediamento, nuova amministrazione comunale parla della  drammatica situazione in cui versano le casse comunali

di Salvatore CONDITO

STALETTÌ (CZ) –  25 LUGLIO 2018 –  Si apre la sala Giunta per accogliere la prima conferenza stampa dell’amministrazione Alfonso Mercurio, a un mese dall’insediamento della nuova compagine amministrativa per fare un primo bilancio delle attività svolte ma soprattutto per presentare il quadro poco edificante trovato nei meandri dei vari uffici.

Un quadro a tinte molto fosche e poca luce, questo l’apertura della riunione da parte del Sindaco Alfonso Mercurio, un’analisi spietata che dipinge la situazione drammatica dei conti di questo piccolo comune rivierasco.

In apertura il primo cittadino ha evidenziato un aspetto sociale: ora il palazzo comunale è aperto ai contributi al dialogo e confronto sereno con i cittadini, la squadra che sostiene la maggioranza Mercurio è coesa lavorando nell’ambito delle proprie deleghe, apportando quotidianamente un sostegno ai vari uffici e dipendenti.

Tornando ai temi caldi il  Sindaco Alfonso Mercurio senza usare mezzi termini o parole dolci ha evidenziato una situazione  drammatica dei conti, affermando che il bilancio ad oggi è  ‘consumato’, inoltre cosa molto grave e anomale la Giunta uscente dell’amministrazione Concetta Stanizzi  il sei giugno  cioè a quattro giorni dalle elezioni  si è riunita per  approvare una delibera di riconoscimento di diverse opere pubbliche con accordi transattivi.

“ Quello che emerge- ha rilevat- il Sindaco Alfonso Mercurio, la totale assenza di pezze giustificative di tali opere pubbliche, per cui non avendo attestazioni abbiamo proceduto a un atto di revoca della Giunta Comunale, ritengo che la precedente amministrazione comunale abbia voluto dare un sigillo politico a tali lavori che ad oggi ammontano a quasi ottantamila euro”.

Un quadro drammatico emerge dalle parole del Sindaco Alfonso  Mercurio, soprattutto quando evidenzia la gestione delle pratiche dell’ufficio tecnico che era gestito dall’Assessore esterno e dirigente Filippo Caliò, soprattutto sulla vicenda della gestione della manutenzione dei pozzi artesiani costati alla collettività centosessantamila euro.

Su questo punto il Sindaco Alfonso Mercurio in maniera più dettagliata scende nei particolari evidenziando che nel 2015  l’amministrazione Concetta Stanizzi elaborò un piano straordinario per la manutenzione dei pozzi artesiani soprattutto  per  quello di S. Antonio in località Ferria,  incarico un tecnico che preparò una perizia di centosrsantamila euro di cui ottantacinquemila a carico del bilancio.

Questo intervento doveva servire a diminuire l’acquisto di acqua dalla  Sorical a vantaggio dei pozzi che avrebbero dovuto fornire un’autonomia di acqua soprattutto per l’estate con un abbattimento  dei costi per le casse  comunali; ma questo era  solo un  sogno, la realtà che ci illustra il Sindaco Alfonso Mercurio è totalmente diversa, perché  avevano cercato di fare  una manutenzione della pompa del pozzo S. Antonio ma non riuscendoci hanno pensato  di  costruire un  nuovo pozzo parallelo che  a oggi tira quasi tre litri secondi, mentre con una piccola manutenzione del vecchio pozzo vicino a oggi tiriamo quasi cinque litri secondi.

Il problema acqua comunque rappresenta  una spina nel fianco, perché durante l’estate la popolazione residente arriva a quasi dodicimila persone, mente l’inverno scende a quasi tremila, per cui in questi giorni il Sindaco Alfonso Mercurio ha chiesto e ottenuto da Sorical un aumento di portata di acqua per tutela la popolazione ma questo comporterà un aumento dei costi nel bilancio non previsti perché la precedente amministrazione aveva chiesto la diminuzione della portata convinti che i pozzi avrebbero garantito autonomia.

Su questa vicenda poco chiara, il Sindaco Alfonso  Mercurio ha le idee molto chiare: ” stiamo predisponendo un nutrito dossier su una serie di pratiche  riguardanti   opere pubbliche di varia natura che invieremo al Procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri, noi non facciamo sconti a nessuna la trasparenza e legalità principi che non possono essere messi da parte”.

A settembre comunque il Sindaco è intenzionato a creare una task force  che sia in grado a tappeto di verificare tutta la rete idrica per eventuali perdite di esercizio, dobbiamo individuare allacci abusivi , facendo pagare tutti, inoltre si faranno controlli e verifiche per evitare residenze fittizie che comportano solo aumento di costi per fornire servizi mentre diminuiscono le entrate tributarie ( prime case si trasformerebbero in seconde).

Finendo il Sindaco ha rilevato che  l’obiettivo è di pulire e consolidare il bilancio da pericoli di squilibrio, facendo un’equità sociale che pagando tutti diminuiscono i costi, un’ultima novità, l’ex strada statale 106 che dal Rebus porta a Caminia resterà pista ciclabile. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.