Stampa Stampa
26

STALETTI’ (CZ) – Mercurio: “Le ragioni delle mie dimissioni? Sono stato ostacolato su tutto”


Stalettì, veduta

Stalettì, veduta

In un assemblea pubblica Alfonso Mercurio ha spiegato i motivi delle sue dimissioni da vicesindaco. <<Il sindaco ha avuto molta preclusione nei miei confronti>> ha detto

di f.p.

STALETTI’ (CZ) – 14 SETTEMBRE 2014 – Assemblea pubblica aveva promesso e assemblea pubblica è stata. Un “aprirsi” ai cittadini e alla stampa per spiegare i motivi delle sue dimissioni da vicesindaco e il passaggio al gruppo misto di opposizione in seno al consiglio comunale. Ieri pomeriggio Alfonso Mercurio ha parlato tanto. Molti gli argomenti sviscerati dopo le dimissioni di una decina di giorni addietro. 

<<Motivi personali – ha esordito Mercurio – su cui non mi soffermo, e soprattutto politici>>. Un misto di cause, insomma. O di concause. Sperava ieri di incontrare il sindaco, invece Concetta Stanizzi non c’era. Al pari degli altri della maggioranza. <<Mi dispiace non vedere nessuno della maggioranza nel pubblico  – ha sottolineato Mercurio – Col sindaco Concetta Stanizzi avrei potuto confrontarmi davanti a tutti>>.

Mercurio ha esternato le sue idee con in mente la popolazione stalettese. <<Le mie dimissioni – ha aggiunto –  sono nell’interesse dei cittadini, per dare uno scossone>>.

Ma il tormentone di Mercurio si chiama Concetta Stanizzi. <<Il sindaco  – ha fatto sapere – ha sminuito pubblicamente questa mia decisione. Nell’ultimo consiglio comunale avevo chiesto di inserire le mie comunicazioni, ma mi è stato negato. Anche questo è stato un segno di preclusione nei miei confronti da parte della Stanizzi. Quando mi sono candidato con lei, ho creduto nelle sue belle parole, poi mi sono reso conto che erano parole senza contenuti>.

Dal personale al generale. Mercurio non ha impiegato molto ad affermare che <<c’è un’involuzione politica e culturale a Stalettì. La nostra amministrazione finora è stata inconcludente. Dopo le elezioni, che abbiamo vinto grazie al mio apporto di voti, è stata messa in discussione anche la carica di vicesindaco. Tutto il percorso amministrativo è stato pieno di ostacoli. Il sindaco ha paura del consiglio comunale e del confronto>>.

Poi, però, Mercurio è tornato sul rettilineo che conduce alla sua persona. <<Oltre che da vicesindaco – ha detto –  da assessore al Bilancio e all’Urbanistica mi sono sempre impegnato per cercare di risanare il bilancio comunale, facendo delle proposte concrete (come la task-force contro l’evasione tributaria), ma non mi è stato permesso di realizzarle. Sono stato ostacolato. Di fronte ho trovato un muro. Atteggiamenti di altri tempi, da Medioevo, da Gestapo (mi spiavano dentro e fuori il municipio o quando incontravo le persone)>>.

Motivi personali e politici. Nel frullatore delle sue dimissioni ci è andato un pò di tutto. Il collante, però, è stato che <<dopo avere toccato il fondo – ha concluso Mercurio –  ho deciso di dimettermi. Spero che con le mie dimissioni il sindaco si svegli>>.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.