Stampa Stampa
94

STALETTI’ (CZ) – Manufatti abusivi nel mirino della legge


auto cc

Costruzioni, una piscina e altre opere murarie realizzate senza permesso sono state sequestrate dai carabinieri e soggette a ordinanza comunale di demolizione

Fonte: articolo di Gianni Romano (Il Quotidiano della Calabria)

STALETTI’ (CZ) – 11 GIUGNO 2014 –  Diversi manufatti di natura abusiva nel comune di Stalettì costruiti  in una zona a vincolo di tutela  paesaggistica e di vincolo idrogeologico sono stati sequestrati in modo preventivo dai carabinieri della stazione di Gasperina e a seguito di controlli gli stessi sono ora oggetto di una ordinanza di demolizione  emessa dal comune di Stalettì.

Opere murarie, stanze e magazzini, ma anche un piscina di oltre dodici metri, sbancamenti e costruzioni senza  permesso a costruire. Questo a seguito di accertamenti urgenti e contestuale sequestro preventivo da personale della Stazione Carabinieri di Gasperina e dell’Ufficio Tecnico del Comune di Stalettì, eseguito nei confronti di un residente in località Boscarelli, dal quale risulta che in località Boscarelli del Comune di Stalettì presso il terreno individuato sono stati realizzati diversi interventi edili privi dei prescritti titoli autorizzativi.

 I successivi accertamenti condotti dai verbalizzanti unitamente al dirigente del predetto UTC, permettevano di stabilire che, sull’area di interesse, erano state realizzate le seguenti opere abusive:- manufatto adibito a garage-deposito ad un piano fuori terra delle dimensioni con struttura portante in muratura di mattoni forati, con copertura a tetto a due falde con capriate in legno e soprastante manto di tegole in coppi con altezza minima interna è dotato di n ° 2 aperture ad arco di larghezza  e pavimentazione con piastrelle in ceramica ,manufatto adibito a ricovero animali di completamento fra due fabbricati esistenti, ad un piano fuori terra delle con struttura portante in muratura di mattoni forati, con copertura a tetto a due falde e soprastante manto di tegole piane ,piscina con relativo marciapiedi delle dimensioni totali su cui insiste la vasca delle dimensioni di ml.4,00 x 12,00 di profondità variabile con annesso locale tecnico delle dimensioni di ml. 4,45 X ml.8,65 con muri in cemento armato fabbricato ad un piano fuori terra, adibito ad abitazione, con struttura portante in muratura, tetto in legno a due falde con soprastante manto di tegole piane l’altezza massima interna alla linea di colmo è di circa ml. 3,95, quella minima interna alla linea di gronda è di circa ml. 1,75 e nel lato ovest è di circa ml. 2,80; il manufatto risulta ultimato in ogni sua parte.

 E sempre a Stalettì, un altro sequestro con relativo ordine di demolizione  in via san Gregorio. Il personale preposto ha  accertato che, al piano primo, nella parte terminale del balcone, erano state realizzate le seguenti opere abusive – Realizzazione di un locale deposito con struttura in mattoni pieni delle dimensioni esterne di ml. 2,60 di lunghezza e ml. 1,60 di larghezza con altezza variabile visto,il verbale di accertamenti urgenti e contestuale sequestro preventivo (di iniziativa) di manufatti abusivi da personale della Stazione Carabinieri di Gasperina e dell’Ufficio Tecnico del Comune di Stalettì, anche in questo caso presente l’ordinanza di demolizione.

Ancora a Stalettì, si è appurato che  in località Caminia è stata accertata la presenza di uno sbancamento di terreno ricadente nella proprietà a ridosso del fabbricato già esistente con sostituzione e contestuale ampliamento dello stesso, il tutto in assenza dei prescritti titoli autorizzativi.

I successivi accertamenti condotti dai verbalizzanti permettevano di stabilire che, sull’area di interesse, sono state realizzate le seguenti opere abusive- realizzazione di due vani ad un piano fuori terra, in aderenza al fabbricato con struttura portante in c.a., costituita da travi di fondazione, pilastri, muri di contenimento e relativo solaio del tipo “gettato in opera”, il primo delle dimensioni esterne di ml. 1.85 x 3,45 e altezza di ml.,80, il secondo delle dimensioni di ml. 2,20 x 1,50 ed altezza di ml. 2,80 sbancamento del terrapieno esistente a ridosso del fabbricato, su due lati, con conseguente movimentazione terra sul lato sud,l’area interessata dai lavori risulta sottoposta a vincolo di tutela paesaggistica ai sensi  di legge nonché a vincolo idrogeologico ai sensi dell’art. 1 titolo 1 Cap. 1 Legge Forestale 30 dicembre 1923 n° 3267;- le opere risultano realizzate in assenza dei necessari titoli autorizzativi.

 

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.