Stampa Stampa
138

STALETTI’ (CZ) – DAL PIANTO ALLA GIOIA: TUTTO IL FASCINO DELLA “CUNFRUNTA”


Domenica di Pasqua si è rinnovato il tradizionale incontro della Madonna  Addolorata e San Giovanni  con il Cristo Risorto

Articolo e foto di Gia. RO. (Il Quotidiano del Sud)

STALETTI ‘ (CZ) – 30 MARZO 2016 –  Si rivive nella tradizione e nella fede “A Cunfrunta” nella comunità di Stalettì, anche quest’anno molto partecipata.

Accorsi da tutte le parti, ogni anno a Stalettì, si registra tanta gente in tutti i Riti e le tradizioni pasquali, riprese dal giovane parroco don Roberto Corapi (in foto il giorno del rito) che ama riscoprire le tradizioni, perché secondo lui sono la ricchezza di un popolo e risvegliano la fede.

Dopo la Santa Messa al mattino di Pasqua presieduta da Don Paolo Calzona, giunto da Roma, Sacerdote dell’Opus Dei impegnato nella Capitale, nel Centro Universitario Elis e non solo, don Roberto Corapi partendo dalla Chiesa Parrocchiale in processione con tutti i fedeli, con la statua di San Giovanni e la Beata Vergine Addolorata, si è diritto al Piano di San Gregorio, dove dopo 7 viaggi di Maria col suo abito nero e di Giovanni che vanno in cerca di Gesù, ritrovatolo, vanno incontro al Signore Risorto, e nell’incontro con Lui, l’abito nero viene svelato e tutto si trasforma in gioia.

Con Maria e con l’abito bianco, Giovanni fa festa per aver trovato il Risorto, il Vivente. Tra fuochi, tutti accorsi davanti alle statue , baciano a terra e al suono delle campane, si riparte con le statue in processione per le vie del paese. Soddisfatto don Roberto, ringrazia i suoi numerosi giovani e tutti i gruppi parrocchiali, perché anche quest’anno si è vissuta una vera comunione d’amore in tutti i riti della Settimana Santa.

«La “Cunfrunta” –  ha sottolineato don Corapi  – è ormai diventata una tradizione che non si fa in tutte le comunità». Don Roberto infine ha dichiarato, che «si impegna sempre di più in prima linea per la ripresa delle tradizioni vera ricchezza di un popolo, rinnovandoli sempre di più». Infine ha rivolto un invito a tutti, che è quello di spalancare le porte del nostro cuore a Cristo. «Via il pessimismo – ha sottolineato –  via le lamentele, il Risorto porta a noi luce, grazia pasquale e tanta speranza. Certi che è con noi sempre, non siamo da soli, Egli è la nostra guida sicura.

Presente alla manifestazione, anche il Sindaco Concetta Stanizzi che dimostra sempre di più l’amore per la sua comunità e in modo particolare  l’amore verso don Roberto, sacerdote zelante e gioioso che si prodiga  con tutte le forze per il bene delle anime dell’intera comunità Stalettese.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.