Stampa Stampa
12

STADIO CROTONE, UN ALTRO NO


Soprintendenza archeologica conferma diniego uso strutture amovibili. Impianto sorge in zona interessata da vincoli archeologici

di REDAZIONE 

CROTONE –  19 LUGLIO 2018  – La soprintendenza archeologica della Calabria ha detto no a una proroga per l’utilizzo delle strutture amovibili dello stadio Ezio Scida di Crotone per la prossima stagione calcistica.

Il diniego conferma il provvedimento con cui due anni fa la stessa soprintendenza aveva imposto lo smontaggio di tribuna coperta e curva sud dello stadio in vista della scadenza dell’autorizzazione provvisoria.

L’autorizzazione si era resa necessaria in quanto la zona in cui sorge lo stadio è interessata da una serie di vincoli archeologici per la presenza nel sottosuolo di reperti dell’Antica Magna Grecia.

Reperti mai riportati alla luce, ma che per la soprintendenza potrebbero essere rovinati dalla presenza delle strutture amovibili che sono serviti per ampliare lo stadio.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.