Stampa Stampa
173

SQUILLACE “TORNA ALL’ANTICO”, PASQUALE MUCCARI ANCORA SINDACO


Squillace, la sede del municipio

Finisce l’era commissariale. Battuti Oldani Mesoraca e Anna Maria Mungo

di Franco POLITO

SQUILLACE (CZ) –  27 MAGGIO 2019 –  Squillace “torna all’antico” e per il dopo commissario prefettizio riparte da una vecchia conoscenza.

Pasquale Muccari

L’ex sindaco Pasquale Muccari si riprende la fascia tricolore.  Alla guida di “CivitaSquillace”, lo fa ottenendo 818 voti. Dopo nove mesi, ovvero da quando il consiglio comunale bocciando il riequilibrio di bilancio aveva posto fine alla sua consiliatura, torna in sella per riprendere, a suo dire, «un discorso interrotto bruscamente».

Muccari, medico sessantenne, ha avuto la meglio sul giornalista Oldani Mesoraca, sostenuto da “Tuttinsieme per Squillace” e sull’avvocato Anna Maria Mungo, alla guida di “Squillace in Movimento”.

Al termine di un entusiasmante scrutinio, seguito con trepidazione da molti cittadini nei due seggi del centro storico e della frazione marina, la comunità riassapora l’aria della normalità amministrativa. Gli organi democraticamente eletti riprendono vita e con essi il confronto – scontro nella sala consiliare di Palazzo Pepe.

Oldani Mesoraca

Con il neo sindaco erano candidati a consigliere comunale sono Alessandro Aloise (56 preferenze), Salvatore Bava (7), Francesco Guerino Caccia (105), Stefano Carabetta (164), Raffaella Faga (7), Cinzia Mellace (42), Paolo Mercurio (96), Gabriel Angel Pandullo Vera (13), Antonio Primerano (14), Francesco Rotundo (44), Rosetta Talotta (100) e Giuseppe Vecchio (20). 

«Punteremo molto su chi va all’opposizione – ha detto a caldo Muccari – per rilanciare la centralità politica della città. Non sarà facile ma ce la metteremo tutta. Pur con i noti problemi finanziari e i tagli dal governo centrale, ci rimboccheremo le maniche per affrontare i problemi che ci attanagliano, primo fra i tanti quello del Psa».

Gli sconfitti, ovvero i futuri oppositori, non escono ridimensionati. La forbice tra il  vittorioso e di chi è arrivato secondo e terzo non è di quelle penalizzanti.

Mesoraca si porta a casa 764 preferenze. Al totale generale hanno contribuito i candidati a consigliere  comunale Mimmo Albanese (25 voti),  Tonino Facciolo (77),  Pina La Luna (20), Sandro Mauro (91), Claudio Panaia (41), Daniela Lioi (46), Francesco Lioi (38), Vincenzo Lioi (64), Saverio Settembrino (68), Concetta Sinopoli (38), Aldo Zofrea (33) ed Enzo Zofrea (177).

Anna Maria Mungo

Mungo, invece, dalla sua “chiude” con 761 voti. dai suoi compagni di avventura sono arrivati questi riscontri: Gerardo Bertolotti 88 preferenza, Fabio Condito (29), Emanuela Facciolo (18), Giuseppe Facciolo (95), Vittorio Froio (66), Francesco Manoiero (71),  Luca Nisticò (13), Anna Nuciforo (50), Luca Occhionorelli (171), Enrico Pasqua (33), Annalisa Sabatino (16) e Anna Maria Voci (46).  

I votanti sono stati 2391. Le schede bianche 20, quelle nulle 28. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.