Stampa Stampa
27

SQUILLACE, OK DEL CONSIGLIO AL BILANCIO DI PREVISIONE


Squillace, il municipio

Pratica passa con voto maggioranza oltre a Facciolo dell’opposizione. Contrari gli altri della minoranza: Mesoraca, Zofrea e Mungo

di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud, 8 settembre 2021)

SQUILLACE (CZ) –  9 SETTEMBRE 2021 –  Nell’ultima seduta il consiglio comunale di Squillace ha approvato il bilancio di previsione finanziaria 2021-2023. Sulle pratiche relative ai documenti contabili hanno espresso voto favorevole i consiglieri del gruppo di maggioranza, oltre a Giuseppe Facciolo dell’opposizione, mentre gli altri tre consiglieri della minoranza (Oldani Mesoraca, Enzo Zofrea e Annamaria Mungo) hanno votato contro.

Il sindaco Pasquale Muccari ha sottolineato che il bilancio presenta un fondo cassa di oltre due milioni di euro e un avanzo libero di circa 600 mila euro.

L’assessore alla programmazione Franco Caccia, inoltre, ha messo in evidenza l’attivazione dello “Sportello Europa” come strumento a supporto dell’ente per lo sviluppo di progetti. Quelli in fase di valutazione sono diversi e riguardano, ad esempio, la riqualificazione del lungomare (1 milione 280 mila euro), il rifacimento artistico ed ecosostenibile di piazza Municipio (250 mila euro), la riqualificazione dell’area di via Itaca a Squillace Lido (300 mila euro), il riefficientamento energetico della pubblica illuminazione nel centro storico (un milione di euro).

C’è anche la riqualificazione dei percorsi del giardino botanico, la ristrutturazione dell’asilo nido-scuola dell’infanzia di Squillace Lido e della scuola dell’infanzia del borgo, interventi sulla rete idrica di località Fiasco Baldaya e la riqualificazione e messa in sicurezza della viabilità comunale.

L’amministrazione, inoltre, ha ottenuto il finanziamento di un milione e mezzo di euro nell’ambito della valorizzazione dei borghi calabresi ed è direttamente impegnata nel progetto “Sibater” (supporto istituzionale alla banca delle terre), finalizzato alla valorizzazione di terre pubbliche abbandonate attraverso la creazione di imprese di giovani del territorio.

Inoltre, Caccia ha fatto una panoramica sul sistema delle imprese presenti a Squillace, che, nonostante l’emergenza sanitaria, registra una tenuta degna di nota: sono ben 179 le attività economico-produttive presenti sul territorio.

Dai consiglieri di minoranza Oldani Mesoraca, Enzo Zofrea e Anna Maria Mungo si sono levate critiche in quanto è «un bilancio privo di seria programmazione, è mancato il coinvolgimento delle opposizioni e non sono state date risposte alle richieste di incontro avanzate anche al revisore dei conti».

Un lungo e acceso dibattito si è sviluppato poi sull’asserita (da parte della Mungo, in particolare) esistenza di debiti fuori bilancio con relativo mancato stanziamento di somme per farvi fronte: il sindaco alla fine ha chiarito che «per i potenziali debiti c’è la copertura necessaria, grazie agli accantonamenti previsti nel fondo rischi del contenzioso».

Il consiglio si è, inoltre, soffermato sul riconoscimento della legittimità di diversi debiti fuori bilancio derivanti da sentenze del giudice di pace, del tribunale ordinario e del Tar.

Approvato, infine, il regolamento per l’installazione di strutture ad uso dehors, tende per esterni e “sun room”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.