Stampa Stampa
60

SQUILLACE, OCCHIONORELLI: «OGNI COSA A SUO TEMPO!»


Occhionorelli, a sinistra, con Mungo

Riceviamo e pubblichiamo:

SQUILLACE (CZ) –  8 APRILE 2020 –  «E’ davvero strano per me e credo anche per la stragrande maggioranza dei cittadini che il Sindaco Muccari, nel suo allucinante post Facebook di stamattina, parli di cattiveria altrui.

Proprio lui che, nella passata legislatura, per la prima volta nella storia Squillacese, ha denunciato la minoranza per il solo fatto di aver sussurato che occorreva restuire ai cittadini una parte della Tari (restituzione che ha fatto il Commissario Prefettizio quando è subentrato al Sindaco, dando ragione alla minoranza), durante un Consiglio Comunale, senza dilungarci eccessivamemte su ciò che hanno dovuto subire, sul piano personale, i tre della sua maggiornanza della scorsa legislatura che lo hanno mollato per giusta ragione durante la sua nefasta e vuota gestione amministrativa, che ha portato al Commissariamento Prefettizio.

Davvero bizzarro che parli di cattiveria altrui un uomo che è stato l’unico Sindaco capace di denunciare il Commissario di Governo per averlo, per legge e non per antipatia personale, sostituito, a causa della sua incapacità a mantenere la sua maggiornza.

Davvero strano che parli di cattiveria un uomo come Muccari, che, subito dopo le elezioni di Maggio scorso ha iniziato una campagna denigratoria, non politica, come la nostra, ma personale, familiare e professionale.

Mai successo nella storia Squillacese!

Parla di cattiveria un uomo che ha deciso di non dare alcun atto alla opposizione sin dal primo giorno di questa legislatura, per evitare ogni tipo di controllo sul suo operato e costringendo l’opposizione a verificare esclusivamente l’albo Pretorio (come un semplice cittadino).

Questo il trattamento riservato a chi rappresenta cittadini di Squillace!

Ma queste notizie non arrivano, neppure a Bari!

Abbiamo sempre parlato di atti Comunali ( lo dico anche ai baresi) e mai ci siamo sognati di offendere sul piano personale, familiare e professionale, come il dott. Muccari, unto ormai dal Signore, ha fatto nei giorni successivi alle elezioni, quando nessuno aveva neppure iniziato a predisporre la dovuta opposizione (alla faccia dell’animo cattivo).

Eppure si è deciso di soprassedere ed evitare discussioni sul piano personale, che tanto ama il nostro Sindaco per spostare volutamente l’attenzione dal suo operato, che presto, purtroppo per lui, emergerà in tutta la sua portata, e probabilmente la notizia, stavolta, arriverà anche fino a Bari ( prendo Bari come riferimento logistico finale).

Ovviamente, tutti i miei amici ( ne ho tanti e nessuno comprato) sanno che prestò dovrò tutelare sotto il proflo legale la mia dignità personale, familiare e professionale intaccata, separando i due ruoli, personale e Consiliare, perchè non darò questa possibilità al dott. Muccari di sovrapporre i due piani per buttarla a tarallucci e vino!

Di quanto è stato denunciato molto presto emergerà l’esito ed ove dovessero risultare fondate alcune denunce da parte delle Autorità preoposte, allora dovrà recarsi casa per casa, chiedere scusa e lasciare un paese a cui finora ha pensato di raccontare storielle e trovare ogni giustificazione (le piu’ assurde) ad ogni sua condotta amministrativa sbagliata!

Se un clima ostile è iniziato solo da quanto tale Muccari Pasquale è diventato Sindaco, sprigionando odio verso chiunque ha fatto il proprio dovere di opposizione, un motivo ci sarà!
Non provi per un solo attimo a parlare di archiviazioni, che non riguardano purtroppo lui e se ne faccia una ragione.
La sua idea di non aver consentito, all’opposizione (che rappresenta cittadini che pagano le tasse e le indennità agli Amministratori locali) sin dall’avvio della legislatura, di avere gli atti che richiedevano, per il loro ruolo, non è stata brillante, strategica e profetica, perchè ha costretto noi a monitorare, attraverso l’Albo Pretorio, in modo più oculato, l’attività dell’Amministrazione Comunale e così abbiamo scoperto cose che non potevamo non sottoporre all’attenzione delle Autorità per non incorrere anche noi in eventuali responsabilità, visto il ruolo.

Caro Muccari se ne faccia una ragione, l’archiviazione di cui le parla non riguarda lei, e racconti la verità solo una volta alla Sua cittadianza senza pensare per un solo attimo al vantaggio di essere medico di base quando propina ai cittadini tutta una serie di dati che purtroppo sono smentiti dalla realtà.
Spieghi alla gente, ma so che non lo farà, usando termini di distrazione di massa, come mai il ruolo dell’Ufficio Tecnico non è più ricoperto dal Segretario Comunale, così capiranno bene il valore di quella archiviazione che continua, per strada e nei bar, ad attribuire alla sua persona (patetico!), mentre riguarda altro soggetto Istituzionale, e che dovrà ancora essere approfondita da un Giudice, per un fatto diverso da quello oggetto dell’archiviazione.

Mai lui questo lo sa e non lo dice!

Certo che fa impressione il vittimismo, ormai collegiale, di una Amministrazione Comunale giudata da un uomo che in questa legislatura, da subito, ha pensato solo di offedermi sul piano personale, professionale e addirittura entrando nella vicenda processuale intima che ha riguardato la scomparsa di un uomo a me molto caro.

Ma questo tutti i cittadini, compresi quelli di Bari non lo sanno, ed ancora qualcuno confonde volutamente censure su atti amministrativi, che forse hanno turbato, da offese personali,familiari e professionali.

Stia tranquillo Muccari, se pensava che reagissi legalmente a mia tutela durante il mio mandato amministrativo per ciò che ha profferito nei miei riguardi in diverse occasioni ed inquinare ciò che abbiamo denunciato per la sua azione amministrativa, non accadrà!

Ogni cosa a Suo tempo!

Quello che emergerà a causa della sua azione amministrativa dovrà stare separata da ciò che dovrò fare, molto presto, a tutela della mia persona e della mia famiglia.

Quello che abbiamo elencato nel nostro commento di ieri, che ha generato una reazione scombinata ed una difesa accorata del Presidente del Consiglio proprio dall’uomo sbagliato, il Sindaco, è il pensiero della stragrande maggioranza dei cittadini di Squillace, senza che ricordi il giudizio che oggi il nostro Paese, grazie all’Amministrazione Muccari, ha all’esterno, per averci condannato ad un isolamento che non ha precedenti nella storia di un paese come il nostro.

Sapevo benissimo che si affidava al Santo Patrono per giustificare la sua azione amministrativa ma le sue carenze gestioni purtroppo non le supera con un post sulla sua pagina Facebook (non tutti sono su facebook e tanti sono stati esclusi da lui perchè critici) , con i mi piace oppure con i commenti degli amici e degli amici degli amici.

Tutti sappiamo che Facebook serve tantissimo per le comunicazioni ma non offre scudi di immunità per chiunque abbia violato la legge o vada a violarla!

Fosse così semplice cancellare responsablità amministrative e non, nessun amministratore ipertecnologico verrebbe attenzionato da chi di dovere.

Dott. Muccari, Le ripeto, se possiede il senso delle Istituzioni, prenda atto che tutte le contestazioni che le abbiamo fatto ieri, mandando, per l’occasione, un messaggio di assenza al Presidente del Consiglio ( di tutti sono purtroppo tutte vere e difficili da smentire con un post, ed inizi a dare qualche risposta sul piano amministrativo.

Lei ha speso gran parte del suo accorato intervento, affidandosi a visioni celestiali e citazioni spirituali, a difesa del Presidente del Consiglio Mercurio, forse perchè lo aveva bacchettato due mesi addietro sulle modalità di deposito degli atti del Consiglio Comunale, ma gli elogi che vi fate tra di voi non distolgono la nostra attenzione sull’azione amministrativa e, pertanto, rinnovo l’invito al Presidente Mercurio ( su questo il Sindaco chissà perchè è stato evasivo) ad attivarsi su quelle due richieste finali:  

1 -rettifica della Delibera del Consiglio Comunale del 27 Dicembre u.s., presieduta proprio dal Presidente Mercurio, che ha ad oggetto la restituzione di € 200.000,00 alla Regione Calabria a carico dei nostri cittadini in cui, nonostante l’assenza dei pareri di regolarità contabile, il parere positivo risulta presente in Delibera (forse il Sindaco vuole distogliere l’attenzione su queste cose per virare su questioni personali);

2-Attivazione della video sorveglianza, anche in ragione di quanto il nostro paese ha dovuto subire in passato senza alcun intervento da parte del nostro Sindaco (forse concentrato per cinque anni ad allacciarsi la fascia tricolore per la festa del Santo Patrono, S. Agazio, a cui sta chiedendo, a mio avviso, sinceramente troppo!).

Questo perchè facciamo fino in fondo il nostro dovere di opposizione, a prescindere dallo spirito offensivo e talvolta volutamente goliardico del Sindaco che vuole spostare, e ci credo, l’attenzione su altro!

Ccà nisciuno è fesso!

Quanto è realmente successo in questi ultimi 10 mesi lo affiderò, presto, ad messaggio completo ed analitico ai cittadini di Squillace, alla stampa, e spiegherò bene il processo agonizzante che ormai caratterizza l’azione amministrativa del nostro Comune, che non emerge volutamente nei post e video Facebook di Muccari!

Manca solo un tassello e poi tutti i cittadini, sino a Bari, sapranno realmente tutto e con documenti e non parole!»

Luca Occhionorelli, 0ggi orgogliosamente Consigliere di minoranza con “Squillace in Movimento”

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.