Stampa Stampa
84

SQUILLACE, NEL SEGNO DI JOHNNY CASH (CON VIDEO)


Gli “Hey Porters! ricordano l’icona rock e country americana scomparsa 15 anni fa

di Fra. POL.

SQUILLACE (CZ) –  15 SETTEMBRE 2018 –  Nella ricorrenza del 15° anniversario della scomparsa di Johnny Cash, gli “Hey, Porters!, tributo all’icona rock e country americana, lo ricordano con la realizzazione di un video.

“Ain’t No Grave (Gonna Hold This Body Down)”, è una canzone tratta dal suo ultimo lavoro in studio, “American VI: Ain’t No Grave”, pubblicato postumo il 23 febbraio 2010.

Il brano, molto significativo, è un tributo dello stesso Cash all’omonima canzone gospel scritta, nel 1934, da Claude Ely.

«Ringraziamo tutti i nostri sostenitori – affermano i componenti del gruppo – tra cui Romano per la sua immensa disponibilità e, per la preziosa collaborazione, oltre alla nostra instancabile e paziente Silvia».

“Hey Porters! – A Johnny Cash Tribute”, è un viaggio all’insegna delle parole, delle sonorità e dello stile di una delle più grandi Icone della musica americana attraverso i suoi più grandi successi.

Il progetto nasce nell’estate del 2017, dall’ idea e dalla voglia di due amici, Ferdinando Polito (chitarra) e Vincenzo Panaia (voce e chitarra), di scoprire sonorità nuove.

Decidono così di portare in quel di Squillace (una cittadina della provincia di Catanzaro, luogo natio dei due) un po’ di Arkansas e un po’ di country – blues del più famoso “Man in Black” della storia del Rock: Johnny Cash!

A completare il terzetto si unisce successivamente Nicola Leto al basso e contrabbasso.

E allora ecco ricreata la tipica sonorità “Cashana” a colpi di “Boom Chicka Boom” e Talking Blues.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.