Stampa Stampa
33

SQUILLACE, L’APPELLO DEI RESIDENTI PER VIA PORTA GIUDAICA


Chiedono alle istituzioni di completare lavori per tutta la strada e risolvere problema di percorribilità a piedi e con i mezzi

 Articolo e foto di Salvatore Taverniti (Gazzetta del Sud)

 SQUILLACE (CZ) –  12 DICEMBRE 2019 –  Un problema che va risolto con sollecitudine è sicuramente quello che riguarda i residenti di via Porta Giudaica, nel centro storico di Squillace, che lamentano il fatto che la pavimentazione della zona è stata asfaltata fino ad una certa altezza ed è stata tralasciata una parte di poco più di 300 metri quadri. 

Quel che preoccupa di più è che tra i residenti vi sono anche dei malati e delle persone che non possono deambulare regolarmente. L’appello alle istituzioni perché si possa mettere mano a quella parte di strada ancora sconnessa e piena di buche pericolose arriva da un signore che parla di “completa emergenza”. 

«Se non si risolve il problema – racconta – dovrò fare una diffida ai carabinieri e interessare anche la Prefettura. Venerdì scorso avevamo un appuntamento per una nostra congiunta con l’oncologo e con il tecnico per una tac. 

Abbiamo allertato un’ambulanza per il trasporto, ma fatto il sopralluogo i sanitari non hanno potuto raggiungerci per le condizione del manto stradale completamente distrutto con buche e massi evidenti. Sono venuti il giorno dopo con l’auto medica lasciandola nello slargo alle spalle dell’abitazione, a distanza di circa 150 metri. 

Tre persone hanno dovuto prendere di peso la carrozzella con la nostra congiunta per poterla portare nell’auto medica, sotto la pioggia e col pericolo di scivolare per le condizioni dei gradini danneggiati e pieni di muschio e umidità e per la strada malridotta». 

Serve, dunque, un intervento urgente per la sistemazione di quell’area, perché per le condizioni di salute della donna il problema si ripeterà spesso. «Al ritorno – prosegue il racconto – si è ripresentato il problema a tal punto che la nostra congiunta, impaurita, ha manifestato l’intenzione di non voler più uscire di casa per curarsi. 

Anche io, a causa di un problema ad una gamba, ho difficoltà a recarmi nella vicina abitazione della mia parente per trovarla e starle vicino in questi ultimi giorni della sua vita. Ci troviamo, quindi, di fronte non solo all’impossibilità di curarsi, ma anche di vederci e di manifestare i sentimenti». 

I signori in difficoltà di via Porta Giudaica chiedono «l’aiuto di tutte le persone buone di Squillace, dei nostri amici e dell’opposizione consiliare per sollecitare la soluzione del problema». 

Intanto, la capogruppo di “Squillace in Movimento” Anna Maria Mungo ha scritto al responsabile dell’ufficio tecnico comunale e al comando della polizia locale chiedendo un intervento immediato. 

«L’assoluta carenza di manutenzione del tratto di strada comunale tra via Ghetterello e Porta Giudaica – scrive Mungo – costituisce una gravissima insidia per il passaggio pedonale e per il transito veicolare». 

La consigliera comunale «invita e diffida il responsabile dell’ufficio tecnico, nell’ambito della propria competenza e responsabilità gestionale, a porre in essere, in via d’urgenza, ogni provvedimento volto a garantire la sicurezza stradale e il normale utilizzo delle vie cittadine citate, pena l’immediata richiesta di intervento delle autorità sovraordinate alla tutela della sicurezza pubblica, oggi gravemente lesa».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.