Stampa Stampa
14

SQUILLACE, LA “NUOVA SFIDA” DEL COMUNE SI CHIAMA SALUTE


Città entra nella rete nazionale dei “Borghi della Salute” con tante idee e iniziative concrete in programma

 di REDAZIONE

 SQUILLACE (CZ) –  20 GIUGNO 2018 –  “Una bella festa di comunità all’insegna dell’entusiasmo contagioso con cui  affrontare una nuova impegnativa sfida“.

Sono queste le parole usate dall’assessore alla programmazione, il sociologo Franco Caccia,per commentare l’adesione del comune di Squillace alla rete nazionale dei Borghi della salute.  Il tema della salute, secondo Franco Caccia, rappresenta un terreno fertile per nuove sperimentazioni all’insegna della partecipazione, attiva e responsabile, dei cittadini. All’appuntamento a Squillace ha presenziato il presidente nazionale della rete dei Borghi della salute , il dr. Marco Tagliaferri.

Durante la sua relazione il presidente ha molto apprezzato la scelta, operata dal comune di Squillace, di aderire alla rete attraverso una delibera di Consiglio votata all’unanimità dai componenti dell’intero consiglio comunale. Un segno di maturità e di responsabilità che fa onore all’intera comunità, ha puntualizzato  Tagliaferro.

Questa condivisione vi apre ad una collaborazione costruttiva che è la base per la riuscita di questi percorsi. La salute come obiettivo per la valorizzazione e la promozione dei borghiè oggi, secondo le parole del promotore della rete, un obiettivo su cui è possibile ottenere concreti risultati sia sotto il versante di una migliore condizione di salute delle persone residenti, sia sotto il versante della promozione e valorizzazione dei borghi coinvolti.  

La rete dispone anche di uno specifico sito (www.borghidellasalute.it) in cui ogni comune ha ampia visibilità, anche ai fini promozionali e turistici. Tra i tanti tipi di turismo, secondo Tagliaferri, vi è anche quello di tipo salutistico alimentato proprio dai borghi che riescono a mettere insieme arte, cultura gastronomia a chilometro zero e percorsi per attività motorie. Per far crescere la sensibilità delle popolazioni nei confronti di questi temi è opportuno anche pensare all’istituzione di una giornata dedicata alla salute animata ed arricchita dalle iniziative promosse e gestite dai cittadini, singoli o componenti di libere associazioni.

Il referente locale della rete dei borghi, il dr. Pipicelli, segretario generale della rete dei borghi della salute, nel suo mirato intervento ha posto l’accento sulle tante potenzialità di cui dispone il comune di Squillace, anche con la presenza di un polo sanitario che può contribuire alla causa. Pipicelli ha avuto l’incarico di svolgere il ruolo di guida del Comune di Squillace neo- entrato nella rete dei borghi della salute.

All’incontro è intervenuta il vice sindaco di Chiaravalle, Giuseppina Rizzo la quale ha riportato le iniziative intraprese nel comune delle preserre dopo l’adesione alla rete dei borghi della salute. Il nostro percorso si è potenziato strada facendo con il coinvolgimento dei cittadini singoli e soprattutto delle associazioni. L’intervento della vice sindaco Rizzo è stato lo spunto per l’assunzione di un impegno comune, fare rete fra Squillace e Chiaravalle nell’ambito delle iniziative legate ai borghi della salute.

Il sindaco di Squillace, dr. Pasquale Muccari, ha manifestato piena soddisfazione e convinzione per l’avvio di un percorso ricco di stimoli ed opportunità.  Per la promozione ed il coordinamento delle attività legate al progetto Borghi della salute è stata individuata referente  la funzionaria comunale d.ssa Graziella Fiorenza.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.