Stampa Stampa
36

SQUILLACE (CZ) – Rintracciato il pensionato scomparso


Sorridente: Giovanni Procopio oggi riabbraccerà la familgia
Sorridente: Giovanni Procopio oggi riabbraccerà la famiglia

L’uomo è stato trovato a Roma, nel quartiere “San Lorenzo” da una donna squillacese che, riconosciutolo, ha avvertito i carabinieri.  La notizia è stata accolta con gioia dagli amici e dalla popolazione di Squillace

Fonte: articolo e foto di Salvatore Taverniti (Gazzetta del Sud, martedì 18 novembre 2014)

SQUILLACE (CZ) – 18 NOVEMBRE 2014 – Tutto è bene quel che finisce bene. Tornerà a casa nella giornata di oggi  Giovanni Procopio, di 40 anni, l’uomo che non dava notizie di sé dal 27 ottobre scorso, essendosi allontanato volontariamente. Nativo di Legnano (Milano), ma residente a Squillace, dove ha vissuto per tanti anni, prima di trasferirsi nell’abitazione della sorella, a Girifalco.

Procopio è stato rintracciato nel quartiere “San Lorenzo”, a Roma. Procopio girovagava nella zona e sarebbe stato avvistato da una donna squillacese che lo ha subito riconosciuto, avvertendo i carabinieri. La notizia è stata confermata dal comandante della Compagnia dei Carabinieri di Girifalco, tenente Silvio M. Ponzio, il quale, dopo la denuncia presentata dalla sorella del quarantenne, aveva diffuso la foto segnaletica e la scheda anagrafica di Procopio ai colleghi romani, in quanto l’uomo era stato visto aggirarsi proprio nella capitale.

Inizialmente erano stati informati Prefettura, Procura della Repubblica e Vigili del fuoco di Catanzaro, ed era stato istituito un posto di comando avanzato a Squillace Lido per coordinare le ricerche di Procopio nel circondario. Nelle ricerche, rese difficoltose dal fatto che l’uomo non aveva portato con sé il telefono cellulare, sono state coinvolte anche le associazioni di volontariato presenti sul territorio.

Successivamente, dopo l’avvistamento di Procopio nella capitale, gli amici di Squillace, sui social network, hanno lanciato continui appelli per il suo ritrovamento. Del momentaneo allontanamento dell’uomo si è occupata anche la trasmissione televisiva della Rai “Chi l’ha visto?”.

Procopio è stato trovato in stato confusionale, ma nel complesso sta bene. In questi giorni ha vissuto in strada, chiedendo l’elemosina e mangiando alla mensa della “Caritas”. I familiari dell’uomo sono partiti ieri  per riabbracciare il congiunto, ospite della caserma dei carabinieri di “San Lorenzo”, e per riportarlo a casa.

Storia a lieto fine, quindi, accolta con gioia dagli amici e dalla popolazione di Squillace.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.