Stampa Stampa
23

SQUILLACE (CZ) – Prevenzione incendi, sindaco “scrive” il decologo


Ordinanza del primo cittadino indirizzata a proprietari e possessori di terreni. C’è l’obbligo di ripulire da rovi, sterpaglie, insetti, materiale secco e rifiuti infiammabili

di Salvatore TAVERNITI  (Gazzetta del Sud)

SQUILLACE (CZ) – 2 LUGLIO 2015 – Mentre è in arrivo il gran caldo, il sindaco di Squillace Pasquale Muccari, con una specifica ordinanza, interviene sulla prevenzione degli incendi.

Poiché all’interno e all’esterno del perimetro urbano di Squillace insistono diverse aree private non coltivate che per incuria possono esser causa di incendi e di proliferazione di insetti che potrebbero arrecare gravi disagi di carattere igienico-sanitario alla collettività, il primo cittadino fa obbligo ai proprietari e ai conduttori di terreni di ripulire da rovi, sterpaglie, materiale secco di qualsiasi natura ed altri rifiuti infiammabili, l’area limitrofa alle strade pubbliche e alle recinzioni, per una fascia di almeno tre metri, comprese le strade comunali o vicinali.

Gli stessi sono tenuti a creare una fascia parafuoco di almeno cinque metri intorno ai fabbricati rurali e ai chiusi destinati a ricovero bestiame.

E’ vietato, inoltre, fino al 15 ottobre, accendere fuochi, usare esplosivi, gettare fiammiferi, sigarette o altro materiale accesi, fermare l’autoveicolo caldo su sterpi e materiale infiammabile, compiere ogni altra operazione che possa creare pericolo di incendio.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.