Stampa Stampa
20

SQUILLACE (CZ) – PENSIONATO MORTO A POLICLINICO, INDAGINE VA AVANTI


Il policlinico di Germaneto

Antonio Occhionorelli è deceduto il  9 maggio 2014 nel reparto Utic. Procura Repubblica aveva chiesto archiviazione per Primario

di REDAZIONE

SQUILLACE (CZ) – 11 FEBBRAIO 2018 – Il Gip di Catanzaro, Paola Ciriaco, ha accolto le richieste formulate da Arturo Bova ed Antonio Lomonaco in difesa della famiglia Occhionorelli, così ordinando la prosecuzione delle indagini.

Così è stato deciso al termine dell’udienza camerale fissata a seguito di opposizione alla richiesta di archiviazione formulata dalla Procura della Repubblica di Catanzaro nei confronti di Ciro Indolfi, Responsabile del reparto Utic del Policlinico Universitario di Catanzaro, per l’omicidio colposo di Antonio Occhionorelli di Squillace, deceduto il  9 Maggio 2014 nel predetto reparto.

Il Gip ha così rigettato la richiesta di archiviazione di Indolfi, disponendo la restituzione degli atti alla Procura, dove gli inquirenti avranno tre mesi di tempo per svolgere le ulteriori indagini.

Parallelamente proseguono gli accertamenti  per approfondire il nuovo filone di indagine aperto a seguito della denuncia formalizzata dalle persone offese nei confronti di altra dipendente dell’Azienda Mater Domini, ed iscritto per l’ipotesi di reato di falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici.

 Bova e Lomonaco si sono anche costituiti parti civili nel processo che inizierà il 28 maggio, davanti al Tribunale Penale di Catanzaro, a carico del cardiochirurgo Pasquale Mastroroberto nonché dei medici Pasquale Napoli, Luigi Irrera e Giuseppina Mascaro, tutti in servizio nel reparto Utic del Policlinico Universitario di Germaneto, rinviati a giudizio dal Gup di Catanzaro per rispondere dell’omicidio di Occhionorelli.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.