Stampa Stampa
26

SQUILLACE (CZ) – MAURO E IL CONSIGLIO COMUNALE: “RITORNO AL PASSATO”


Oggi pomeriggio l’assise prenderà atto che il capo gruppo di “Aria Nuova” ha rimosso la causa di incompatibilità con la carica di consigliere. E lui rilancia la “questione interrogazioni”

Franco POLITO

SQUILLACE (CZ) – 7 NOVEMBRE 2015 –  Si riparte da dove non si erano (mai) lasciati. Ovvero con il capo gruppo di “Aria Nuova” a svolgere il suo ruolo di oppositore in seno al consiglio comunale.

Dopo che un cittadino squillacese aveva sollevato la questione della sua incompatibilità, la massima assise gli aveva contestato di non essere conciliabile con la carica per via di una posizione debitoria nei confronti del Comune assegnandogli dieci giorni per proporre controdeduzioni o eliminare l’impedimento.

Mauro, non si è dato per vinto. Ha pagato quello che c’era da pagare in attesa di un nuovo consiglio comunale che prendesse atto del nuovo status e deliberasse il venire meno della causa di incompatibilità. L’assise si farà oggi pomeriggio. Alle 16 è prevista la prima convocazione. Alle 18 la seconda.

E che sarà un “ritorno al passato”, e di quelli scoppiettanti, lo dimostra un altro fatto. Mauro ha chiesto che nell’ordine del giorno fossero inserite e discusse le interrogazioni, richieste e gli altri atti da lui proposti a partire dallo scorso mese di agosto e rimasti senza definitivo riscontro.

Si tratta della richiesta di accesso agli atti relativi alle casette adiacenti al lido “Pirghos”, lungomare Ulisse al lido “Fratelli Napoli”, lungomare Ulisse, all’ex campo di equitazione, al condominio “Principe”, lungomare Ulisse, al bivio per Fiasco Baldaya  e a località “Governatore”. Mauro ha in animo di verificare il possesso dei requisiti previsti dalla legge ai fini della abitabilità e conoscere se i proprietari hanno adempiuto al pagamento dei tributi e canoni comunali, compresa la tassa di soggiorno,se dovuta.

“A oggi  – spiega Mauro –  non ho avuto definitiva risposta ma solo un riscontro parziale, nulla mi è stato comunicato in merito agli immobili individuati come casette adiacenti lido “Fratelli Napoli”, lungomare Ulisse casette adiacenti ex campo di equitazione, condominio “Principe”, lungomare Ulisse casette adiacenti bivio per Fiasco Baldaya, Località Governatore e nulla mi è stato comunicato in merito al pagamento dei tributi e canoni comunali, compresa la tassa di soggiorno, se dovuta, in merito agli immobili individuati come casette adiacenti lido “Pirghos”, lungomare Ulisse”.

E poi ci sono le interrogazioni. Riguardano due ordinanza del sindaco  Pasquale Muccri. La prima afferisce a quella con cui il primo cittadino, per la durata di 6 mesi, ha affidato in maniera diretta  la gestione dei servizi di igiene ambientale  alla ditta Sieco. Mauro vuole sapere quali sono le “situazioni di eccezionale e urgente necessità “ che sono alla base dell’ordinanza, quale organo tecnico ha effettuato la quantificazione della somma mensile da corrispondere e secondo quali criteri e se la ditta subentrante ha provveduto ad assumere i lavoratori precedentemente alle dipendenze della ditta Ecoservizi Srl.

La seconda attiene all’atto d’imperio che disciplinato il funzionamento del deposito temporaneo dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata.  Il capo gruppo do “Aria Nuova” chiede di sapere quali sono i pareri degli organi tecnici o tecnico-sanitari locali, con specifico riferimento alle conseguenze ambientali, sulla scorta dei quali l’ordinanza è stata adottata.

Mauro e il consiglio comunale, si ritorna al passato.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.