Stampa Stampa
21

SQUILLACE (CZ) – Manifesti elettorali sulle bacheche pubbliche, Mauro denuncia: “Sono abusivi”


Squillace, la  sede del municipio

Squillace, la sede del municipio

Al posto de posto di manifesti funebri o di avvisi vari, campeggiano le sorridenti facce dei candidati alle elezioni regionali e i simboli delle varie liste. Mauro ha interessato la polizia locale

Fonte: articolo di Salvatore Taverniti (Gazzetta del Sud, mercoledì 12 novembre 2014)

SQUILLACE (CZ) – 12 NOVEMBRE 2014 – Come sempre, anche in questa campagna elettorale si registra l’invasione dei manifesti abusivi.

A Squillace, fortunatamente non si verifica che gli attacchini abusivi affiggano manifesti elettorali sui muri o in altri posti, come pali elettrici, ma nelle bacheche comunali per gli avvisi pubblici, sì.

In questi giorni, al posto di manifesti funebri o di avvisi vari, campeggiano le sorridenti facce dei candidati alle elezioni regionali e i simboli delle varie liste. Una situazione insostenibile che ha indotto il consigliere comunale Ruggero Mauro a interessare ufficialmente la polizia urbana.

«Mi preme portare alla vostra attenzione – scrive il consigliere – il fatto che, in occasione della campagna elettorale, le bacheche di proprietà comunale non possono essere utilizzate, per la pubblicità personale o di partito, gratuitamente, da nessun candidato. Qualora ciò si verificasse s’incorrerebbe nell’affissione abusiva, con la conseguente azione e sanzione amministrativa. Siccome già s’intravvedono facce e loghi di partito non negli appositi spazi elettorali, bensì nelle bacheche ad uso pubblico, si richiede la massima attenzione e l’intervento immediato da parte vostra al fine di tutelare l’interesse comunale ed evitare di rendere le nostre bacheche ad uso e consumo di qualsivoglia candidato o partito politico».

E poiché la legge vigente prevede delle sanzioni pecuniarie, i relativi proventi potrebbero dare un po’ di respiro alle casse comunali.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.