Stampa Stampa
1109

SQUILLACE (CZ) – L’argilla squillacese a “Buongiorno ceramica!”


buongiortno ceramica

Dal 29 al 31 maggio una grande comunità di artisti, un mosaico di forme, smalti, colori dipingeranno un’Italia più bella e creativa

di REDAZIONE

SQUILLACE (CZ) – 13 MAGGIO 2015 – Ci sarà anche Squillace, le sue botteghe di vasai, la sua storia, la sua arte e cultura e i suoi momumenti alla prima edizione di “Buongiorno Ceramica”, la “tre giorni” di aperture straordinarie, eventi, mostre, performance che si svolgerà in 37 città di antica tradizione della ceramica.

La fine ceramica squillacese

La fine ceramica squillacese

Le altre sono Albisola Superiore, Albissola Marina, Ariano Irpino, Ascoli Piceno, Assemini, Bassano del Grappa, Burgio, Caltagirone, Castellamonte, Castelli, Cava dei Tirreni, Cerreto Sannita, Civita Castellana, Deruta, Este, Faenza, Grottaglie, Gualdo Tadino, Gubbio, Impruneta, Laterza, Laveno, Lodi, Mondovì, Montelupo Fiorentino, Napoli, Nove, Oristano, Orvieto, Pesaro, San Lorenzello, Santo Stefano di Camastra, Sciacca, Sesto Fiorentino, Urbania, Vietri sul Mare

L’evento, promosso dalla AiCC in collaborazione con Artex ed il patrocinio, tra gli altri, di Senato della Repubblica e Camera dei Deputati, è atteso come una grande sfida per condividere e far conoscere e godere una delle più belle eccellenze artigianali ed artistiche del “made in Italy”. “Buongiorno Ceramica! è un progetto in cui protagoniste saranno tutte le città che vogliono impegnarsi, affinché altrettanti territori possano dimostrare come la forza e la passione collettiva sappiano produrre un buon risultato. Buongiorno Ceramica! rappresenta un nuovo punto di partenza della promozione e valorizzazione – culturale, economica e produttiva – della ceramica nazionale.

Sarà un lungo “weekend della ceramica” con oltre 100 eventi aperti al pubblico gratuitamente. Prevista l’apertura di musei, atelier, forni, botteghe per visite guidate alle collezioni, mostre, dimostrazioni, corsi di tornio, decorazioni, laboratori incontri coi maestri, piccoli concerti, performance d’artisti, fino a piccoli mercati, aperitivi, degustazioni di vini e prodotti tipici, animazioni, sviluppando un indotto di creatività che coinvolgerà sempre anche i più piccoli e i bambini”.

Quanto ai programmi delle singole città, tutte riunite in un’unica comune cornice d’insieme, al tempo stesso tutte tese a sottolineare e valorizzare le specificità e le fanno tutti perno sull’intersettorialità intrecciando la ceramica con i beni culturali, il paesaggio, il turismo, l’enogastronomia. Sono tutti all’insegna di una forte creatività e originalità: lo spirito è quello di una grande festa, popolare per certi versi, e raffinata al tempo stesso. Il mood complessivo è molto contemporaneo e all’insegna di una trasversalità e del mix di diverse espressioni creative.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.