Stampa Stampa
105

SQUILLACE (CZ) – IL SINDACO RISPONDE A LIOI E MAURO LO “STUZZICA”


Il capogruppo minoritario di “Aria Nuova” pone al sindaco diversi interrogativi da cui attende risposte in una pubblica assemblea

di Franco POLITO

SQUIILLACE (CZ) – 24 AGOSTO 2015 –  Normalmente uno interviene nel contraddittorio quando è tirato direttamente in ballo. In politica, specie in quella amministrativa locale, il discorso è diverso. Uno, specie se è consigliere comunale di minoranza, può prendere spunto e dire la sua da dichiarazioni indirizzate ad altra persona, magari pure consigliere comunale. Così ha fatto il capogruppo di “Aria Nuova” Ruggero Mauro leggendo con molta attenzione  la lettera di risposta del sindaco Pasquale Muccari al consigliere Enzo Lioi.

«Ci ha molto colpito  – afferma Mauro – il passaggio iniziale in cui   dice che risponde “per dovere istituzionale e rispetto dei cittadini”. Ecco, ci viene spontaneo porre in essere alcune domande. E, sempre “per dovere istituzionale e rispetto dei cittadini “ vorremo avere una risposta in una pubblica assemblea magari in contraddittorio con la precedente amministrazione».

“Il dovere istituzionale” e il rispetto dei cittadini”. Mauro si appella a quello cui si è appellato il sindaco  per chiedere come mai «nella sua lista ha candidato il “vituperato” e “infiltrato” Lioi ,eletto con un discreto numero di preferenze , nonostante le “gravi responsabilità” politiche e amministrative; come mai in qualità di consigliere di opposizione – insieme a qualche sua attuale assessoressa- nulla ha fatto per arginare il disastro proclamato- in attesa della quantificazioni ufficiali atteso che il commissario non ha,ad oggi, prodotto alcun dato ufficiale- nel corso delle passate consiliature; come mai in qualità di consigliere di opposizione ha inciuciato con la maggioranza votando a favore o astenendosi sia su alcuni bilanci sia sul piano di riequilibrio, in disaccordo con altri esponenti dell’opposizione consiliare?».

Domande che attendono risposte ed a cui Mauro fa seguire altri interrogativi. «Perché – chiede ancora Mauro – il sindaco non rende conto che a Squillace esiste un Centro di Accoglienza per migranti che opera senza certificato di agibilità e, quindi, a differenza di quanto da lui affermato ,che non rispetta la normativa prevista? Che nell’area cimiteriale della nostra Città esiste una discarica a cielo aperto sulla quale è stata attenzionata l’Arma dei Carabinieri? Che è mancata qualunque iniziativa nel campo della programmazione turistica? Che la ditta che ha vinto l’appalto della spazzatura ,ora inadempiente, fino ad un mese aveva prodotto risultati “esaltanti” ? Che nessuno era a conoscenza della volontà della ditta che ha vinto l’appalto della spazzatura di rescindere il contratto pur essendo stata protocollata la comunicazione? Che solo dopo un mese e mezzo dall’inizio dell’appalto la giunta delibera l’atto di indirizzo sul servizio di raccolta?».

E poi ancora «che la rimozione,nel corso della sceneggiata del 16 agosto, della spazzatura ha riguardato solo una parte della Città? Che vi è stato un dileggio da parte sua e di suoi collaboratori -arrivato praticamente all’aggressione fisica – quotidiano dei netturbini? Che nel rendiconto degli esborsi che avrebbero portato al tracollo economico della Città non cita le somme di alcuni “accertamenti tecnici preventivi” riguardanti suoi sodali e ,andando indietro nel tempo,il rimborso delle sue spese legali quando andava in giro a sfondare porte? Che alcuni componenti la giunta sono assolutamente “virtuali”, presenti solo a Natale,Capodanno e qualche altra festa comandata?».

Domande poste per “dovere istituzionale” e “rispetto dei cittadini” e che per gli stessi motivi attendono risposte. Magari in una assemblea pubblica.

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.