Stampa Stampa
100

SQUILLACE (CZ) – “GRANDE CARNEVALE SQUILLACESE”, LA TRADIZIONE GUADA AL FUTURO


Presentata edizione 2017. Si comincia giorno 23. Sabato 25 la sfilata dei carri allegorici e il concerto dei “Marvanza Reggae Sound”. Non mancheranno l’allegria e tante sorprese

di Franco POLITO

SQUILLACE (CZ) – 18 FEBBRAIO 2017 –  Tradizione che guarda al futuro. Allegria, condivisione e socializzazione. Musica e divertimento. Pubblico delle grandi occasioni.

Questo sarà il “Grande Carnevale Squillacese”. Un evento unico nel comprensorio. Nato nel 1972, da qualche anno l’organizzazione l’ha presa in carico l’Associazione Folkloristica Carnevale Squillacese con la non nascosta intenzione di riportare l’evento ai fasti di un tempo.

Ieri,  nella conferenza stampa di presentazione moderata dalla giornalista Carmela Commodaro, è trapelato anche questo. Su tutto c’è la componente giovanile: nuove generazioni con la voglia di rilanciare, innovandolo, un vero e proprio “cult comprensoriale”.

Già nel programma, illustrato da Alessandro Megna, presidente del sodalizio organizzativo, si intuisce la voglia di fare bene. Si comincia giorno 23 con il ballo in maschera dei bambini nei locali dell’ex pretura. Il giorno dopo tocca al ballo in maschera degli adulti al centro servizi di viale. Sabato 24 è il giorno della grande sfilata dei carri allegorici. Saranno cinque.

Dopo la partenza da viale Cassiodoro, accompagnati dalla “sempre verde” banda “Manculicani Show”, attraverseranno le vie della città per giungere in piazza Duomo. Che, in serata, ospiterà il concerto dei “Marvanza Reggae Sound”. Immancabili, la sempre verde banda “Manculicani Show”, le coreografie e i balli con protagonisti grandi e piccini. Chisura martedì 28 con una sorpresa che sarà resa nota il giorno della sfilata.

Quattro giorni a tutto colore e divertimento per quello che il sindaco di Squillace, Pasquale Muccari, ha definito «un evento ormai storicizzato non solo perché ambisce ad essere inserita nei finanziamenti regionali di eventi che promuovono il territorio come questo promuove la nostra città ma anche per la qualità del prodotto visto che si sono sempre realizzti carri di grande pregio artistico».

Il Comune non  è stato a guardare. «Sono felicissimo – ha puntualizzato Muccari, accanto al quale sedeva l’assessore Giusy Ciciarello – di patrocinarla come amministrazione. Questo deve essere uno stimolo per andare verso manifestazioni condivise. Da noi, infatti, quando c’è stato l’impegno comune si sono sempre realizzate cose straordinarie».

Straordinarie perché da queste parti l’arte è un fatto innato. L’ha ricordato, con tanto di auspicio, il presentatore “storico” e “ufficiale” del Carnevale, Rosario Commodaro. «Squillace ha tanto materiale umano, artisti e giovani in grado di lavorare la carta pesta in modo eccellente. Perché possano continuare a farlo e perfezionarsi, serve l’aiuto delle istituzioni».

Signori, il “Grande Carnevale Squillacese” è servito. Su You Tube c’è anche il promo. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.